Il lusso della natura alle isole Cook

27 settembre, 2013 nessun commento


Share

La bellezza autentica della natura incontaminata è il vero lusso. Un concentrato di paesaggi incredibili e di mare cristallino alle Isole Cook, Polinesia autentica, la destinazione ideale per chi cerca, oltre al paradiso, una vacanza green e rispettosa dei luoghi incontaminati.

ab2514d8ad6d4b6cb0ca04b39c0837a4bcfcbe7f

Proprio a James Cook, grande esploratore prima ancora che navigatore della Marina Reale del ‘700, merita di essere riconosciuta una straordinaria lungimiranza in merito a questo argomento così attuale: “gli effetti dei rapporti tra indigeni ed europei sono che invece di sforzarci di civilizzarli e riformare la natura selvaggia noi ne corrompiamo i costumi, già troppo inclini al vizio, e introduciamo tra loro dei bisogni e forse delle malattie che mai prima d’ora forse essi conobbero”.
E le Cook, 15 meravigliose isole disseminate in un angolo di paradiso collocato nel cuore del Sud Pacifico, scoperte proprio da James Cook nel 1777, ancora autentiche ed incontaminate, ben rappresentano le parole di questo grande della storia che echeggiano come monito, nella consapevolezza che sta soltanto a noi tutelare e proteggere le risorse umane e naturali.
Molti gli intenti e i propositi volti a lasciare inviolate le meraviglie naturali di questi luoghi che rappresentano una delle aree meglio conservate del sud Pacifico, un patrimonio inestimabile che solo un sistema turistico può tutelare.
Noi vi presentiamo alcuni progetti che sono stati realizzati alle Isole Cook, meta ideale per una vacanza responsabile e rispettosa del territorio.

Un santuario degli squali: alle Cook il più grande parco marino al mondo
Ben 1.065 milioni di chilometri quadrati, pari a due volte la Francia, la superficie del nuovo Parco Marino delle Isole Cook, la più grande riserva mai definita da un singolo Stato negli oceani del Pianeta. Questa zona include atolli remoti, isole vulcaniche circondate da barriere coralline e una fauna incontaminata con uccelli, balene, mante e diverse specie di squali, di cui alcune a rischio estinzione. Attraverso la promozione di un progetto di sviluppo sostenibile sarà garantito un equilibrio fra interessi di crescita economica come quelli di turismo, pesca e attività estrattive, e la conservazione della biodiversità nell’oceano. Il parco è costituito da un nucleo centrale, dove ogni attività di pesca è bandita, e vari speciali settori dove il turismo e la pesca saranno permessi ma monitorati (per maggiori informazioni: www.picionline.org/).

Pa, the medicine man (www.pastreks.com/)
Il mare è ovviamente l’attrattiva principale di questo angolo di paradiso, ma per chi non ama lanciarsi in attività marine o magari le ha già provate tutte, si possono fare splendide passeggiate nelle foreste dell’entroterra. Magari in compagnia di Pa, soprannominato the medicine man, per la sua vasta conoscenza delle erbe officinali autoctone tramandata di generazione in generazione, che può spiegare le caratteristiche di ogni pianta di Rarotonga.
E per questo simpatico personaggio, le montagne, la natura incontaminata abitata da uccelli che non sembrano temere l’uomo, rappresentano la sua vita e l’amore per la sua terra che lo spinge ad incoraggiare i visitatori ad apprezzare l’ecosistema e offrire loro un’esperienza di vita personale.

Boutique hotel rispettosi della natura
Lontane dal turismo di massa, le isole Cook sono riuscite a conservare l’anima intatta dei luoghi che ancora resistono ai grandi resort, alle strutture invasive che troppo spesso deturpano il paesaggio ma che qui lasciano il posto a piccoli curatissimi Boutique hotel, pluripremiate strutture dal design raffinato, esotico e rispettoso della natura.
Muri Beach Resort (www.muribeachresort.com/) è un accogliente boutique resort situato a sud-est di Rarotonga, che vanta un primato: è il primo resort delle Isole Cook ad aver installato un impianto solare che gli permette di essere autosufficiente al 100% per la sua alimentazione, oltre a sostenere progetti di conservazione della comunità e essere attenti a temi quali il risparmio energetico e di acqua, riciclaggio e trattamento dei rifiuti e nella ricerca di prodotti di produzione locale per il ristorante.
Le 5 Cook Bay Villas (www.cooksbayvillas.com/), situate nelle incontaminate spiagge di sabbia bianca della Baia di Cook a Rarotonga, sono state realizzate secondo un’architettura e uno stile polinesiano, nel totale rispetto e cura dell’ambiente circostante e i proprietari sono particolarmente attenti a diverse tematiche e chiedono agli ospiti stessi di effettuare la raccolta differenziata, di non sprecare acqua corrente ed energia elettrica per la salvaguardia di questi luoghi.
L’Aitutaki Lagoon Resort & Spa (www.aitutakilagoonresort.com/) vanta un’ottima posizione nella laguna, su una spiaggia privata di sabbia bianca e partecipa al Green Globe Certification, un programma di certificazione affidato a terze parti per garantirne l’indipendenza, valutando l’impatto della struttura su uno o più dei seguenti aspetti: ambiente, società, patrimonio culturale ed economia locale.

E non può mancare un po’ di shopping!
Ogni sabato dalle sei a mezzogiorno a Rarotonga c’è il mercato, Punanga Nui Cultural Market, una via di mezzo tra un mercato agricolo, dove i contadini vendono i loro prodotti, anche cucinati, e un mercato di souvenir. È il posto migliore per lo shopping e vi si trova tutto il meglio dell’artigianato locale: dai classici ukulele, a vestiti e parei, alle sculture di legno, conchiglie lavorate, gioielleria e soprattutto le preziose perle nere, di cui le Cook sono tra i principali produttori al mondo, al miglior prezzo. È davvero un’esperienza piacevolissima, i venditori non sono insistenti ma molto disponibili a chiacchierare con i turisti e, altro punto a favore, il fatto che il prezzo pagato finisce tutto nelle tasche del venditore, un ottimo modo per creare un commercio equo e solidale.

Silvia Brugnara