Perù da sapere

19 settembre, 2013 nessun commento


Share

peru

di Lucia Limiti

Un viaggio in Perù è un’esperienza unica da fare nella vita. Certo non è proprio dietro l’angolo ed è per questo che è importante, come per ogni viaggio, sapere come muoversi, scegliere il periodo migliore e sapere cosa portare in valigia onde evitare ingombri inutili. Insomma poche ma fondamentali informazioni per non farsi prendere alla sprovvista e godersi pienamente la vacanza.

Andiamo in ordine per i documenti, è necessario un passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Le Autorità di frontiera potrebbero chiedere di esibire oltre al passaporto anche il biglietto di andata e ritorno. La lingua parlata è lo spagnolo. Nelle regioni dell’entroterra le popolazioni parlano il quechua, mentre nelle regioni del sud (fra cui il Dipartimento di Puno), si parla ancora l’aymara. La moneta è il Nuevo Sol (1 PEN corrisponde a circa 0,2755 EUR). Le strutture ospedaliere pubbliche sono generalmente carenti, mentre le cliniche ed i centri sanitari privati presentano un buon livello. I costi sono tuttavia alquanto elevati. A riguardo si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.Si consigliano, previo parere medico, le seguenti vaccinazioni: febbre gialla, epatite di tipo A e B (endemiche nelle zone andino-amazzoniche).

Si fa presente che le escursioni a Lago Titicaca (4.000 metri sopra il livello del mare); a Cuzco (3.200 metri s.l.m.), a Machu-Picchu (2.800 metri s.l.m.) e a Huaraz (3.200 metri s.l.m.), potrebbero comportare per alcune persone disturbi dovuti all’altitudine e richiedere la somministrazione di ossigeno.

Considerata l’estensione del Perù, non è facile dire quale sia il mese perfetto per visitarlo, anche perché il periodo migliore per le zone andine e l’Amazzonia è quello dell’inverno australe (da giugno ad agosto), mentre lungo la costa questo periodo è fresco, nuvoloso e nebbioso. Per godere del tepore del sole lungo la costa e a , il periodo migliore va da dicembre ad aprile. Nella zona di Lima la temperatura del mare è accettabile per fare il bagno da dicembre a maggio, quando è uguale o superiore ai 22 gradi; raggiunge i 24 gradi a febbraio e marzo.

Cuzco le temperature massime variano di poco nel corso dell’anno: dai 19 gradi dei primi mesi dell’anno ai 21 di ottobre e novembre, mentre le minime oscillano maggiormente: dai 7 gradi del periodo dicembre-febbraio (che sono i mesi estivi) ad un solo grado a giugno e luglio. Da maggio ad agosto non piove quasi mai, mentre i circa 700 millimetri di pioggia cadono nel periodo settembre-maggio, ma soprattutto da dicembre a febbraio, quando le piogge sono frequenti e abbondanti. Un po’ più mite è il celeberrimo sito archeologico di Machu Picchu, che si trova a circa 2.500 metri di quota.

Sulle sponde del lago Titicaca, fa leggermente più freddo che a Cuzco, e abbiamo una temperatura media che va dai 12 gradi di novembre ai 7 di giugno e luglio, quando di notte la temperatura può scendere sotto lo zero. Per quanto riguarda cosa portare in valigia ecco qualche consiglio…

In inverno (giugno-agosto)

Per la costa e Lima, vestiti di mezza stagione, una felpa o maglione per la sera. Per le Ande, in località sui 2.500/4.000 metri, come Cuzco, Arequipa e il Lago Titicaca, vestiti di mezza stagione per il giorno, ma anche un maglione e una giacca a vento pesante con berretto per la sera. Ed ancora un cappello per il sole, crema solare, scarpe da trekking. Per le cime più alte, piumino, sciarpa, guanti e scarpe da neve. Per l’Amazzonia durante il giorno vestiti leggeri e comodi, magari di lino o cotone che coprano gli arti proteggendoli dalle zanzare. Idem per la sera, ricordarsi però anche una felpa.

In estate (dicembre-febbraio)

Per la costa e Lima, vestiti leggeri, una felpa per la sera, impermeabile. Per le Ande, in località sui 2.500/4.000 metri, come Cusco, Arequipa e il Lago Titicaca, vestiti di mezza stagione o anche leggeri per il giorno, ma anche maglione, giacca a vento e berretto per la sera; cappello per il sole, crema solare, ombrello o impermeabile, scarpe da trekking. Per le cime più alte, piumino, sciarpa, guanti, scarpe da neve. Per l’Amazzonia, vestiti leggeri, in fibra naturale, magari a maniche lunghe; felpa o giacca leggera per la sera.

A questo punto manca solo prenotare un volo e il gioco è fatto. Diverse compagnie aeree ci permettono di raggiungere questa destinazione. Date un’occhiata a Iberia, KLM, Air France, Alitalia e Air Europa.