Lo sport dei Re

4 ottobre, 2013 nessun commento


Share
© EpicStockMedia - Fotolia.com

© EpicStockMedia – Fotolia.com

Le Hawaii, il cinquantesimo stato americano nel bel mezzo dell’Oceano Pacifico, possono essere considerate la “patria del surf”. Inizialmente praticato solo dai nobili del luogo che si sfidavano mettendo in gioco il loro onore, come narrato da alcuni canti hawaiani risalenti al quindicesimo secolo, oggi il surf rappresenta lo sport nazionale del Paese. Se le Hawaii sono la patria di questa disciplina sportiva, l’isola di Oahu è da sempre considerata la capitale mondiale del surf. Ad Oahu infatti troviamo i migliori spot del mondo, sia per bellezza e perfezione, che per potenza e pericolo dell’onda. Gli spot, nel linguaggio dei surfisti, sono i luoghi dove è possibile praticare questo sport acquatico. Una delle caratteristiche fondamentali di uno spot è il fondale, primo responsabile della creazione dell’onda. Si distinguono fondali sabbiosi “beach break”, dove in genere le onde si formano in maniera meno prevedibile; fondali rocciosi “rocky break o point break”; fondali costituiti da barriera corallina “reef break” ed infine fondali artificiali “artificial break”.

Sulla Northshore, la costa nord di Oahu, troviamo alcune tra le onde più pericolose del pianeta, che in inverno possono raggiungere i 20-25 metri di altezza. Questa costa rappresenta il campo di gara preferito dai surfisti di tutto il mondo, che si danno appuntamento lungo le splendide spiagge di Sunset Beach, Waimea Bay ed Haleiwa, una deliziosa cittadina dove sembrano esistere solo negozi di surf e locali per ritrovarsi dopo una giornata passata tra le onde. Nelle altre coste, specie al sud, vi sono onde adatte più o meno a tutti, perfette per imparare e migliorare in questo sport.
Gli spot più famosi della Northshore dove è possibile ammirare onde spettacolari e se si è fortunati anche i più famosi surfisti del mondo sono: Waimea Bay dove si svolge il Quiksilver in memoria di Eddie Aikau, Log Cabins, Rockpiles, Off The Wall, Backdoor, Pipeline, Rocky Point e Sunset Beach. Anche nelle altre isole delle Hawaii si possono trovare spot bellissimi con onde fantastiche per tutti i livelli. A Maui, ad esempio, si trova il più famoso spot mondiale per il big wave surfing, il Peahi Jaws, con onde giganti dove quasi ogni hanno si surfa l’onda più alta del mondo.

Lucia Limiti

Latest posts by francesco (see all)

Tag:, , ,