La calda riviera romana

20 luglio, 2014 nessun commento


Share
Quando sentiamo parlare di Roma, i nostri occhi si illuminano e il pensiero vola verso il Colosseo, Fontana di Trevi, il Pantheon e le centinaia di opportunità della Capitale. Non tutti sanno però che, in estate, la riviera romana è tutta da scoprire. Basta percorrere pochi km per raggiungere le località balneari che offrono tantissime occasioni di relax e attività di intrattenimento culturale.
In questa regione ci sono tre grandi riviere dove trascorrere le vostre vacanze magari combinando il mare con le città storiche del centro. Oggi vi descrivo la riviera di Roma.
ponza01
La riviera di Roma
86 km di costa che parte da Marina di Palidoro fino a raggiungere Torre Astura (verso Nettuno). Caratteristici i due punti emergenti: Isola Sacra (alla foce del Tevere) e Capo D’Anzio. Tra le località marittime più famose ci sono: Fregene, un tempo esclusiva della borghesia romana, con pineta e spiagge attrezzate, frequentata soprattutto dagli abitanti del centro nord della Capitale; il Lido di Ostia, località di mare per tanti romani, molto vasta e organizzata con impianti, ristoranti e strutture di villeggiatura estiva. Dispone anche di tratti di spiaggia libera denominati “cancelli”. Da non perdere la vista al Borgo di Ostia Antica conosciuto anche come Gregoriopoli.
Spostandoci verso sud scorgiamo le Torri costiere: Tor Vaianica, Tor San Lorenzo, Marina di Ardea, Lido dei Pini, Lido di Lavinio fino ad arrivare ad Anzio e Nettuno.  
Anzio è una tra le più antiche cittadine di mare. La leggenda narra che la fondazione della città e il suo nome derivino dal figlio di Ulisse e la Maga Circe, Antèios. E’ stata città di Caligola e Nerone e spesso menzionata da poeti e scrittori nelle loro composizioni. Storicamente ricordata per lo sbarco del 1944 dove arrivarono le truppe alleate che coinvolse anche la vicinissima Nettuno.
Anzio è attiva tutto l’anno e in estate mette a disposizione diverse strutture balneari e dal suo porto, traghetti e aliscafi offrono numerosi collegamenti giornalieri da/verso l’isola di Ponza.
A pochi passi da qui c’è la sorella gemella, Nettuno. Anche qui vi aspetta il lungomare attrezzato e il grande porto. Degni di nota anche il Borgo antico e il Castello di Sangallo che risalgono al periodo 1496-1503; e poi ristoranti, eventi e manifestazioni musicali fanno di questa città una meta di interesse culturale e divertimento sia per grandi che per piccini.
Silvia Brugnara