Pasqua in Cina: itinerario guidato

9 marzo, 2015 nessun commento


Share

La Cina non è un Paese, è un mondo a sé che spazia dalle metropoli moderne, alle praterie epiche della Mongolia Interna passando per deserti, vette sacre, grotte straordinarie e rovine imperiali.

PARTENZA UNICA: 1 APRILE 2014

“La Cina di cui mi parlava non era quella del primo arrivato né tanto meno quella delle riviste patinate. Era un mondo perduto di cui lui aveva trovato la chiave… Era il paese dell’alcol e dei deserti di ghiaccio, della sabbia infuocata e dei Buddha viventi, delle strade accidentate e delle luci velate, un mondo in cui ci si poteva perdere e mai più ritrovarsi.

Luc Richard, Viaggio nella Cina proibita

Itinerario di 10 giorni per scoprire questa vasta terra: il tour guidato, parzialmente accompagnato da un esperto parlante l’italiano, vi porterà alla scoperta delle maggiori attrazioni della Cina.

CHECK-IN: Pasqua in Cina

Itinerario: Italia, Pechino, Xian, Guilin, Shangai, Italia.

Durata: 10 giorni

PARTENZA 01-11 aprile 2015

Quota a partire da: € 2.170 a pax  (min. 2 persone)

La quota include: Volo di linea in classe economy – I pernottamenti negli hotels menzionati(o similari di pari categoria) in camera doppia con prima colazione – Pasti e visite come da programma – I trasferimenti in veicoli con aria condizionata – I voli interni in classe economica come da programma (incluse tasse aeroportuali) – Le visite e gli ingressi ai monumenti citati – Servizio di guida parlante italiano a Pechino, Xian e Shangai – Materiale informativo e gadgets di viaggio

La quota NON include: Tasse aeroportuali (€ 409,00 circa) – Quota d’iscrizione € 95,00 (include assicurazione medico, bagaglio e annullamento) – Visto d’ingresso in Cina da richiedersi tassativamente in Italia – Facchinaggio negli aeroporti e negli hotels in arrivo e in partenza – Pasti non menzionati – Mance ed extra personali – Tutto quanto non specificato ne “La quota include”.

Pechino, la Capitale, con i suoi viali lunghi e diritti attraversati da tortuose stradine e il suo visibile ordine, non riflette la vera anima della Cina e affascina per la magnificenza della sua architettura. Immancabile la visita alla Grande Muraglia, colossale opera architettonica lunga 6.000 km!

 

pechino
Prossima tappa, Xi’an, in passato importante crocevia dei percorsi commerciali che andavano dalla Cina orientale all’Asia centrale e oggi, asso nella manica dell’industria turistica cinese, soprattutto grazie alle importanti vestigia del passato, tra cui la tomba dell’imperatore Qin Shi Huang con la famosa ‘armata di terracotta’. Altri spunti d’interesse sono le mura antiche, il quartiere musulmano e il villaggio neolitico di Banpo. A Guilin, nota per i paesaggi incantevoli di picchi, formazioni rocciose e fiumi più volte celebrati da pittori e poeti, una suggestiva crociera sul fiume Li vi porterà ad ammirare cime che svettano su risaie verdissime, pittoreschi villaggi sulle rive, i boschetti di bambù, le piccole imbarcazioni di pescatori che praticano ancora la tradizionale pesca col cormorano.

shanghai

Infine, Shangai: ‘la Parigi della Cina’ o anche ‘perla dell’Oriente’, Shanghai è una città occidentalizzata e frenetica, che riserva però luoghi incantevoli di pace, come il Giardino del Mandarino Yu, capolavoro cinquecentesco in stile Ming che riproduce il tipico paesaggio del Sud del Paese con laghetti, rocce e torrenti. Visita al Buddha di Giada con la vostra guida e, prima del rientro in Italia, dedicatevi allo shopping o all’esplorazione in solitaria della città.

Info: lafabbricadeisogni.biz