10 curiosità sulla Namibia

3 aprile, 2015 nessun commento


Share

Piccoli e grandi record e alcune curiosità sulla Namibia: informazioni utili prima del viaggio che vi porterà a scoprire questo incantevole Paese  (o che semplicemente vi aiuteranno nelle vostre partite di Trivial Pursuit).

 

430a4729d5d3c0194b7b6737842a354d478fc861

 

1. Pezzi di antichità – La Welwitschia Mirabilis è un’impressionante prodotto della natura. Si tratta di una pianta fossile che si può incontrare nel Deserto del Namib e che può vivere fino a 2.000 anni.

2. Educazione civica all’avanguardia – La Costituzione della Namibia, varata il 21 marzo del 1991, oltre ad essere un importante esempio di democrazia, è la prima in Africa a prevedere articoli che fanno espressamente riferimento alla protezione ambientale.

3. We love environment – Non solo in teoria, ma anche in pratica la Namibia protegge il suo territorio, infatti quasi il 14% dei territori del Paese è zona protetta.

4. Il giorno della memoria – La minoranza etnica degli Herero (circa il 7,5% della popolazione), usa trovarsi ogni ultima domenica d’agosto per commemorare i caduti delle Guerre Herero, periodo in cui questo popolo, tra il 1904 ed il 1907, si ribellò alle autorità coloniali tedesche.

5. Caduto dal cielo – Il più grosso meteorite mai caduto sulla Terra è atterrato proprio in Namibia, in epoca preistorica. Una stima vuole che le migliaia di frammenti dell’asteroide avevano una massa complessiva di oltre 20 tonnellate per lo più ritrovate nella località di Gibeon (da cui prende anche il nome il meteorite), nella Namibia meridionale. I primi a scoprirne i frammenti furono le popolazioni del Kalhari che sfruttarono questo super materiale (principalmente a base di ferro) proveniente dallo spazio, per creare punte di lance ed utensili.

6. Nella caverna di Batman – Sono i pipistrelli, tra cui alcune specie endemiche ed esclusive del luogo, i principali abitanti della grotta di Arnehm, il più grande complesso sotterraneo della Namibia, lungo 4,5 chilometri e situato a circa 125 chilometri dalla capitale Windhoek.

675edb3a64d5f7b4d915115af3c97fb1f4f13745

7. Minerali rari – Nella zona della città di Tsumeb, si trova un’altissima concentrazione di varietà minerali, tanto che questa fu per lungo tempo la maggiore fonte di piombo e zinco di tutta l’Africa. Alcuni tra questi minerali come la feingosite, la leiteite e la lodlockite, sono unici al mondo!

8. Il Respiro del Drago – A 60m sottoterra, con una superficie di quasi due ettari, si trova il più grande lago sotterraneo del mondo, colmo di acqua cristallina e potabile, che porta l’evocativo nome di Respiro del Drago. La notevole difficoltà per raggiungerlo (ci si può calare solo con cavi e funi), non lo rende accessibile al pubblico.

9. Ghepardi da record – se il ghepardo è già di per sé simbolo di un record, in quanto animale terrestre più veloce al mondo, la Namibia a sua volta vanta il primato della comunità allo stato brado più numerosa di ghepardi, con una media di 2500 mammiferi.

10. Antiche dune – Forse il paesaggio più famoso della Namibia, il deserto del Namib, da cui lo stesso Paese prende il nome, è anche il deserto più antico al mondo.

(Fonte www.namibweb.com)

 

Ma un viaggio in Namibia prevede moltissimo altro. L’itinerario proposto da African Explorer, operatore esperto che da oltre 40 anni organizza viaggi in Africa, è il miglior modo per conoscere questo splendido Paese: un lungo ed approfondito tour che vi offrirà ogni occasione per scoprire i principali parchi nazionali, le città caratterizzate da architetture coloniali, le dune color albicocca del Namib, le otarie di Cape Cross sulla Skeleton Coast, le popolazioni Himba e l’antica storia delle incisioni rupestri in Damaraland, il tutto accompagnato da una guida esperta in lingua italiana.

f7631549065a5382677727ad65d5f6c4ef5eb4d1

 

CHECK-IN: Il meglio della Namibia

Itinerario: Italia – (Johannesburg) – Windhoek – Deserto Kalahari – Fish River Canyon – Luderitz – Desrto del Namib – Swakopmund – Walvis Bay & Sandwich Harbour – Cape Cross – Damaraland – Petrified Forest – Kaokoland – Cascate Epupa – Oshakati – Parco Etosha – Windhoek –  Italia

Durata: 18 giorni – 15 notti

Partenza: 8 agosto 2015 (garantita con un minimo di 4 partecipanti – massimo 16)

Quote: a partire da € 4.670 inclusi voli di linea SA e LH in classe economica da Milano e Roma. Possibilità voli da altre città.