La scoperta del mondo sottomarino in Liguria

3 agosto, 2015 nessun commento


Share


Per chi considera il mare più di un semplice intermezzo tra una tintarella e l’altra, la Liguria offre tante occasioni per scoprire la ricchezza e la complessità di un mondo sottomarino dove trovano spazio tanti tipi diversi di pesci, colorate forme di vita vegetale, parchi marini e naturalistici e affascinanti relitti affondati che, insieme, danno vita a un variegato e affascinante scenario per le immersioni.

Grazie alla presenza di numerosi diving center, i sub (principianti ed esperti) possono immergersi in qualsiasi punto della Liguria, per buona parte dell’anno, usufruendo di imbarcazioni attrezzate ed equipaggiamenti a noleggio di alta qualità, affiancati dal prezioso supporto di istruttori qualificati.

In provincia di Genova, particolarmente ricca di punti di rilevanza storica e naturalistica per le immersioni è la Riserva Marina di Portofino, dove spicca il Cristo degli Abissi, una statua immersa a 15 metri di profondità davanti a San Fruttuoso e considerata il simbolo per eccellenza delle immersioni in Liguria. Le acque di Punta Chiappa Levante sono note per la presenza di reperti risalenti all’epoca romana, mentre nelle profondità di Grotta dell’Eremita si incontra un’abbondanza di corallo rosso, aragoste, gorgonie e murene.

 

diving

 

 

Nel Savonese, i sub possono trovare ciò che fa per loro in luoghi come l’Isola Gallinara, i cui fondali sono considerati Riserva Regionale, con due punti d’immersione a Punta Falconara, dove è stata posizionata sul fondale la statua di Cristo Redentore, e a Punta Sciusciau, dove si può ammirare una grande varietà di polipi, murene, cernie e spugne gialle. A Capo Mele è possibile immergersi fino a una profondità di 42 metri per ammirare numerosi esemplari di gorgonia rossa e bianca, mentre i fondali di Loano attraggrono soprattutto i più esperti che, a oltre 45 metri di profondità, possono ammirare il relitto della nave francese da trasporto Oued Tiflet affondata nel 1943.

shutterstock_219541000-minNella Liguria orientale, in provincia di La Spezia, i punti di maggiore interesse per le immersioni sono Portovenere, l’Isola Palmaria, l’Isola del Tino, le Cinque Terre e Lerici, zone caratterizzate da uno splendido paesaggio sottomarino incontaminato. Nella zona di Portovenere, molto suggestivo è il paesaggio sottomarino che si nasconde sotto Grotta del Tinetto, esplorabile con un percorso che, partendo dalle profondità della caverna, giunge fino in superficie nel cuore dell’isolotto, dove i sub vengono conquistati dai bellissimi giochi di colore creati dalla luce. In prossimità di Riomaggiore, le acque della Liguria custodiscono tesori come il relitto Equa, un cacciasommergibili affondato a 2 miglia di distanza dalla costa, a 34m di profondità, che ancora oggi si presenta intatto agli occhi dei sub nei suoi 40m di lunghezza, 7m di larghezza e nelle sue caratteristiche.

Cliccate qui per ulteriori informazioni.