Vento in poppa con i profumi d’Oriente

9 febbraio, 2016 nessun commento


Share

shutterstock_291057332I profumi e i colori delle terre d’Oriente hanno da sempre esercitato su di me un fascino irresistibile. Devo ammettere che il mio primo viaggio in Asia mi ha regalato emozioni indescrivibili. Un Paese immenso, ricco di storia e tradizioni dove l’antico si sposa perfettamente al moderno creando dei contrasti davvero interessanti e, a volte, persino bizzarri. Durante il viaggio di ritorno già pensavo a quando l’avrei rivista e, per fortuna, eccomi qua a raccontare e a progettare la mia prossima avventura verso la costa del sud-est asiatico. All’inizio scegliere la destinazione non è mai facile, soprattutto per chi – come la sottoscritta – desidera un viaggio concentrato, un mix di culture, paesaggi e sapori. È come ordinare un cocktail tropicale. Quali ingredienti scegliere: mare, divertimento, natura, storia o arte? Certo quando parliamo di Asia la cosa si fa semplice, qui è possibile trovare tutti gli ingredienti… Ma come combinarli insieme, come trovare il giusto compromesso per realizzare una vacanza perfetta? Un mix equilibrato in grado di calarmi nelle tradizioni e nelle bellezze naturalistiche del posto.

shutterstock_241407793

Soprannominato anche il tempio del Paradiso,è il tempio buddista cinese situato sulla collina Air Itam a George Town nello stato del Penang in Malesia.

La mia fantasia mi ha sempre guidato nella scelta giusta e, anche questa volta, voglio lasciarmi guidare dall’istinto. Il mio sogno? Avere una macchina del tempo per visitare e toccare con mano tanti posti in una “manciata di giorni”. Beh, anche questa volta, la mia idea di viaggio ha preso la retta via. Ho trovato una vera e propria “macchina del tempo”, dotata di tutti i confort. Di cosa sto parlando? Di una crociera sulla Star Clipper dove classe e eleganza non sono un optional. Tanto meraviglioso il veliero quanto l’itinerario. Salperò alla volta di un viaggio carico della cultura, della storia e della tradizione millenaria di Singapore, della Thailandia e della Malesia, accarezzando dolcemente meravigliose coste alla scoperta di incantevoli insenature e scorci esclusivi. Il tutto incorniciato da un oceano ricco di tesori naturali.

Panorama sul terzo casinò più grande al mondo. All’interno dello SkyPark, la nave sospesa di 340 metri, potete trovare di tutto compresa la piscina più alta del mondo che unisce i tre grattacieli a oltre 200 metri d’altezza.Benvenuti nella nuova Las Vegas!

Da dicembre 2016, la Star Clipper infatti navigherà alla scoperta dell’Asia attraverso il canale di Suez, toccando lo Sri Lanka per poi arrivare fino a Phuket.

Dopo avervi rivelato il nome della mia “macchina del tempo”, tenetevi forte perché sto per svelarvi anche l’itinerario che ho scelto e che inizierà con un… Sawadee! Il saluto di benvenuto nell’isola del sorriso… la Thailandia. E già, trascorrere qualche giorno di relax a Phuket prima di iniziare la crociera, credo sia una soluzione perfetta. Oltre a splendide spiagge e favolosi locali, ci sono altre cose per cui varrà la pena fer- marsi: la statua del Grande Budda, la baia di Phang Nga dove c’è l’isola di James Bond, per poi fare un salto, anzi un tuffo, a Phi Phi Island. Gli abitanti, in un via vai di sorrisi e cordialità renderanno il mio soggiorno davvero speciale. Da Phuket proseguirò verso le baie di Similan Island, Phang Nga Bay, Ko Hong e Ko Adang. Uno spettacolo dopo l’altro. Dalla Thailandia arriverò fino in Malesia, dove la tappa a Penang, “la perla d’Oriente” continuerà a regalarmi splendide sorprese. Dagli enormi grattacieli di Georgetown, come quello di Komtar che si estende verso il cielo con i suoi 65 piani, fino a Kek Lok Si, uno dei famosi templi buddisti del sud-est asiatico, in questa parte del viaggio terrò sempre lo sguardo all’insù, tra cielo e nuvole…

nave02

Ma non finisce qui. Infatti il viaggio prosegue alla volta di Malacca, città malese ricca di architettura e di storia. Un tempo luogo di battaglia per le spezie, ora in questa cittadina dal sapore antico, convivono armoniosamente malesi, cinesi e indiani. Non a caso, una delle strade si chiama proprio Via dell’Armonia in cui moschee, templi cinesi e indù si trovano l’uno accanto all’altro. Lo sbarco è poi a Singapore, una tra le città più cosmopolite al mondo. Tra una tower e l’altra, vivere l’affascinante contrasto fra modernità e antica tradizione dal fascino multietnico, sarà davvero un’esperienza incredibile. – www.starclippers.com

di SB