Itinerari dello “Spirito”

29 marzo, 2013 nessun commento


Share

In un anno speciale, l’anno della fede, e a poca distanza dalla elezione del nuovo Papa, la Regione Sardegna ha voluto partecipare presentando i primi due itinerari religiosi, selezionati per far parte dei programmi di promozione 2013 dell’Opera romana pellegrinaggi. Il progetto, attivato dall’Assessorato Regionale del Turismo e dall’Agenzia Sardegna Promozione, ha l’obiettivo di promuovere la cultura religiosa ed il turismo considerando che, su un miliardo di viaggiatori l’anno in tutto il mondo, 300 milioni si muovono per vicende di cultura, fede e devozione.

La Sardegna con il suo inestimabile patrimonio spirituale e materiale, composto da monumenti e siti ad alta valenza religiosa, rappresenta la meta ideale per chi vuole abbinare arte, cultura, religione e perchè no anche relax.

Il primo percorso dal titolo “Arte romanica, natura e spiritualità”, attraversa la Sardegna da nord a sud passando per la costa orientale. Il percorso si snoda in comuni che custodiscono le chiese romaniche di Santissima Trinità di Saccargia, di San Pietro di Sorres a Borutta e di San Pietro di Galtellì. L’itinerario farà conoscere luoghi inediti e autentici dell’interno, come i paesi delle Beate Antonia Mesina a Orgosolo e Suor Maria Gabriella a Dorgali, oltre che far visitare le principali tappe del cammino di San Giorgio vescovo. Il secondo itinerario “Miniere, nuraghi e spiritualità”, parte da Cagliari e attraversa tutta la parte meridionale e sud-occidentale, passando da Nora e risalendo verso il Sulcis Iglesiente, dove si potranno ammirare i siti minerari di Nebida e Masua. Proseguendo verso l’interno, è prevista la visita a Laconi, paese di Sant’Ignazio, il pellegrinaggio a Gesturi, alla casa del Beato Nicola, e al villaggio nuragico di Barumini, patrimonio dell’Unesco. Meta finale è la penisola del Sinis: dallo stagno di Cabras si arriva all’estremità orientale per visitare la cattedrale del IV secolo di San Giovanni Battista e le vestigia fenice di Tharros.

Entro la fine dell’anno saranno previsti ben cinque ‘Cammini’, in grado di interessare gran parte del territorio regionale. Per informazioni dinamiche e costanti sull’offerta del turismo religioso nell’Isola, specie su itinerari, cammini, destinazioni ed eventi religiosi e identitari è possibile consultare il sito www.camminidisardegna.it.

Latest posts by francesco (see all)