Sabir, il Festival diffuso delle culture mediterranee “vola” con blu-express

2 ottobre, 2014 nessun commento


Share

Il “Sabir” era l’antico idioma delle popolazioni che si affacciavano sul Mediterraneo, indispensabile per i commerci dal Medioevo fino al tardo 1800. Proprio a questa antica lingua si sono ispirati i creatori di “Sabir” il Festival diffuso delle culture mediterranee promosso da Anci e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Rai e, tra gli altri, anche da blu-express, marchio low cost di Blue Panorama Airlines.

manifesto sabir 35-50 (70x100) 7bis

Dal 1 al 5 ottobre Lampedusa, luogo di sbarco di moltissimi profughi nord africani, sarà la cornice in cui si alterneranno dibattiti con ospiti internazionali, europei e provenienti dalla sponda sud del Mediterraneo (comprese alcune delle aree di conflitto). Ma anche di laboratori, eventi teatrali e musicali, spazi dedicati alla letteratura. Il 3 ottobre, in particolare, ci saranno varie iniziative in ricordo del tragico naufragio in cui persero la vita 368 migranti, a cui prenderanno parte i familiari delle vittime e i superstiti.

Nulla è stato lasciato al caso con la direzione artistica degli appuntamenti teatrali affidata ad Ascanio Celestini e quelli musicali sotto la supervisione di Fiorella Mannoia. Il Festival ha come obiettivo quello di richiamare la vocazione storica di Lampedusa, che deriva dalla collocazione geografica dell’isola e che ha visto, nel corso dei secoli, il passaggio delle grandi civiltà mediterranee. Lampedusa, dunque, come luogo di incontro e di scambio di culture, tradizioni e saperi.

Oggi l’isola nell’immaginario collettivo è legata ai grandi flussi di migranti, alle tragedie che nel canale di Sicilia si cono consumate, a un’accoglienza quasi sempre fornita in condizioni di emergenza, nonostante la grande solidarietà di cui spesso hanno dato prova, in condizioni difficili, i suoi abitanti.

L’intento del Festival è quello di restituire un’immagine diversa, di valorizzare il potenziale sociale, economico e culturale di questo territorio e rafforzarne il ruolo di ponte tra le due sponde del Mediterraneo, per la costruzione di uno spazio aperto e solidale tra i paesi che vi si affacciano.

Francisco Grande Hotel and Golf Resort
Chanel Espadrilles Coach has established itself as a quality producer of luxury goods

Happy birthday Mia Amber Davis
Coach Bags reliable wired and wireless Internet access

The Difference Between Bedspreads and Comforters
Louis Vuitton Taschen says a mid July report by McKinsey

Financial Communication In A Marriage Page 1 of 2
burberry schal They meant to be loose so they can actually help cool you

Notorious P and G present Skaist Taylor collection in Miami
Isabel Marant Sneaker but you and I know better

Style at Zara Phillips Wedding
north face If this were real

How to Buy Costume Jewelry in Bulk
chanel espadrilles how to be a consumer’s popular

The Success of a Media Network
north face denali When the economy goes belly up

Tag:, , , , ,