Magnifica Cornovaglia, sulle orme di Re Artù

5 febbraio, 2015 nessun commento


Share

Quando Agatha Christie descriveva i paesaggi della Cornovaglia forse non era completamente consapevole che quei luoghi sarebbero rimasti per sempre nell’immaginario dei suoi lettori. Scogliere ventose a picco sul mare, un cielo che sembra possibile toccare con mano e un’atmosfera sospesa raramente riscontrabile altrove, questa è la Cornovaglia. La terra della grande saga di Re Artù, dei cavalieri della tavola rotonda e della misteriosa fata Morgana nemica di Merlino. Un luogo di fascino e mistero, venite a scoprirla con noi!

Per visitarla si può partire dalla cittadina universitaria di Exeter, un luogo a misura d’uomo, percorribile a piedi in poco più di mezzora. Si rimane incantati dal quartiere di High Street, ricco di negozi e dalla Cattedrale gotica di Exeter, antica e prestigiosa. Imperdibile il trono del Vescovo, alto ben 18 metri, all’interno del Coro della Cattedrale: per realizzarlo non sono state usati né viti né chiodi, ma soltanto pioli di legno. Per una pausa pranzo è d’obbligo una tappa al mitico mitico Ship Inn, il pub frequentato dal corsaro più famoso d’Inghilterra Sir Francis Drake. Prima di lasciare Exeter una visita al Royal Albert Memorial Museum, eletto nel 2012 museo dell’anno, e alle sponde del fiume Exe, con la banchina ricca di pub, negozi ed edifici storici, come la Custom House e la Quay House Visitor Centre.

shutterstock_219689128

Altra cittadina della Cornovaglia che merita una visita è Looe, splendido borgo di pescatori affacciato sul mare del Nord. Il paese è diviso in due parti da un fiume e un unico ponte le mette in collegamento: per chi ha poco tempo a disposizione è meglio visitare East Looe, piuttosto che la parte occidentale. La parte orientale è infatti caratterizzata da negozi, ristoranti, pub, gelaterie e meravigliose spiagge, in estate godibili con la temperatura stabile sui 24 gradi ma con un po di vento di troppo.

Oltre a St Ives, paesino gradevole ma ormai troppo contaminato dal turismo di massa, molto suggestiva è Truro, la capitale della Cornovaglia. Per un’interessante panoramica su tutta la regione è bene visitare il Royal Cornwall Museum dove, dati alla mano, si può riscontrare come la Cornovaglia sia una delle zone più povere del Regno Unito, con gli stipendi del 21% inferiori rispetto alle altre zone del Paese e con il turismo, punta di diamante dell’economia locale, che porta con se tutti i rischi dello sviluppo: erosione del suolo, la perdita della biodiversità e una sovrappopolazione durante l’alta stagione che quasi raddoppia le presenze rispetto all’inverno. Il centro città è tipico, in puro stile Vittoriano e con una cattedrale gotica.

Ma la Cornovaglia è anche e sopratutto la leggenda di Re Artù. Per scoprire il luogo dove sarebbe nato il grande condottiero vi consigliamo di visitare Tintagel, splendida cittadina con i suoi cottages in pietra inondati di fiori, sul cui sfondo si stagliano meravigliose scogliere verdeggianti, a tratti punteggiate dal rosa dell’erica, che precipitano con violenza nel mare. Una meraviglia della natura dominata dalle rovine del castello di Artù, magia allo stato puro, cosa chiedere di più?

shutterstock_185555546

 

Tag:, , , , ,