Le tre prefetture nella penisola di Kii

21 marzo, 2015 nessun commento


Share

shutterstock_233500429La penisola di Kii è la più grande dell’isola di Honshu in Giappone. Kii, bagnata dalle acque del Pacifico, è anche la parte meridionale della regione di Kansai e comprende tre prefetture: Nara, Wakayama e Mie. La penisola gode di un ricco ambiente naturale lungo la costa e nella zona della foresta vergine, tutelato da parchi nazionali. Inoltre, numerosi sono i siti culturali e storici: il Sacro Sito e via di pellegrinaggio nella catena montuosa di Kii, ad esempio, è stato ufficialmente iscritto nella Lista del patrimonio UNESCO nel 2004. Il sito spezia nelle tre prefetture Nara, Wakayama e Mie, e comprende numerosi luoghi sacri come Kumano Sanzan, presso il quale membri della famiglia imperiale, nobili, guerrieri e gente comune hanno pellegrinato dal periodo Heian (dal 794 dC alla fine del 12 ° secolo), Koya san legato a Kukai, il fondatore della setta del buddista Shingonshu, e Yoshino Omine dove asceti d i montagna di Shugendo si allenano spiritualmente e fisicamente.

Alcuni highlights delle 3 prefetture:

Nara

Questa prefettura accolse un’antica capitale del Giappone, Heijokyo, fondata durante l’era Nara (700 A.D.). É sede di un sito patrimonio dell’UNESCO e di numerosi importanti esempi architettonici come i templi Horyu-ji e Akishinodera, e il santuario Kasuga Taisha. Vi sono anche antichi tumuli come Kitora e Takamatsuzuka.

Wakayama

Nell’area di Kihoku, a nord della prefettura, si trova Koyasan, uno dei luoghi sacri più importanti del Giappone. La più centrale area Kichu, invece, è famosa per gli alberi di mandarini e di prugne. A sud, nell’area di Kinan, la principale attrazione sono le sorgenti termali Shirahama e Katsuura, e anche le profonde vallate e verdi foreste, tanto da meritarsi il soprannome di Ki no kuni (la regione delle foreste).

Mie

Questa regione un tempo veniva chiamata Miketsu kuni (regione del cibo prestigioso) perchè riforniva di specialità l’imperatore. Oltre alla sua ricchezza gastronomica, l’area va menzionata per i siti sacri, come il santuario Ise, il pellegrinaggio Kumano Kodo e viene inoltre ricordata per essere il luogo d’origine di Igaryu Ninja, una scuola di ninja.

Tag: