Idee e progetti per rilanciare il Lazio: nasce UniCredit4Tourism

29 aprile, 2015 nessun commento


Share

image1UniCredit4Tourism si presenta come un innovativo strumento digitale per conoscere meglio il mercato e i concorrenti del settore turistico. Investimenti sulle imprese, soluzioni personalizzate per il risparmio sia energetico che economico e un percorso di formazione.

Il Ministro dei Beni e delle Attività culturali, Dario Franceschini, durante la conferenza tenutasi a Roma, dichiara che la chiave per raggiungere l’obiettivo di crescita nel settore turistico è la sinergia tra pubblico e privato: il compito della pubblica amministrazione è creare le condizioni per agevolare gli investimenti da parte delle imprese private. E poi aggiunge che occorre tenere insieme cultura e turismo per aumentare la capacità di attrazione del turista verso il territorio.

 

Un biennio straordinario che vedrà l’Italia affrontare due grandi sfide sul fronte dell’accoglienza: quella dell’Expo 2015 che avrà Milano come protagonista e quella del Giubileo straordinario del 2016 che toccherà invece Roma. Se Milano si prepara da tempo alla sfida, il Giubileo è una inattesa opportunità per l’economia, il commercio gli esercizi pubblici e gli alberghi della Capitale e del Centro Italia in generale, con numeri importanti: 25 milioni di pellegrini in arrivo, incremento del giro di affari del 30 per cento, 50 mila posti di lavoro, effetti sul turismo per l’anno successivo da più 15 per cento.

Diventa dunque quanto mai strategico un nuovo approccio per sostenere e rilanciare il settore, che ha un peso rilevante per l’economia italiana e tanto più per Roma e per il Lazio. Secondo il Rapporto sul Turismo 2015 curato da UniCredit in collaborazione col Touring Club Italiano, il Lazio  è al quarto posto in Italia per numero di esercizi turistici, quinto per numero di letti totali e per presenze turistiche complessive (dati 2013). Nel quinquennio 2008-2013 è cresciuta proprio in termini di letti totali del 7,6%, rispetto all’1,7% di media italiana, facendo sì che il turismo generi oggi per la regione il 3,8% del valore aggiunto, dando lavoro al 8,8% del totale occupati della Regione.

 

gaeta
Numeri significativi ma che possono sicuramente crescere. Di questo si è parlato in occasione della tappa romana di UniCredit 4 Tourism, il nuovo programma dell’istituto di Piazza Gae Aulenti dedicato al Turismo. L’evento, che si è tenuto presso la Sala Consiglio della Camera di commercio di Roma, è stato aperto dai saluti di Frederik Geertman, Responsabile per il Centro Italia di UniCredit, seguito dall’intervento di Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Alla presentazione di UniCredit4Tourism è seguito un dibattito sull’argomento tra Gabriele Piccini, Country Chairman Italy di UniCredit, Giampaolo Letta, Presidente della sezione turismo di Unindustria, Cosimo Peduto, Direttore Generale Confesercenti Roma – Assohotel, Mirko Lalli, Fondatore e A.D. Travel Appeal e Giuseppe Roscioli – Presidente Federalberghi Roma. Il dialogo è stato moderato da Mario Fiumara, Vice Responsabile Centro Italia di UniCredit.

“Il turismo – ha dichiarato Gabriele Piccini, Country Chairman Italy di UniCredit – ha un peso totale pari all’8% dell’export complessivo del nostro Paese, in terza posizione dopo il Tessile/Abbigliamento e i Mezzi di Trasporto. Per arrivi internazionali l’Italia è solo quinta al mondo con numeri pari a circa la metà di quelli della Francia, dietro la Spagna che si colloca in terza posizione e con una forte concorrenza di Paesi come la Turchia. Esistono ampi margini di miglioramento se consideriamo che il nostro Paese è il primo al mondo per numero di siti considerati patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco. Il Lazio ha un significativo grado di internazionalità per quello che riguarda il turismo: il 66,9% delle presenze turistiche totali in regione è straniero, con la Germania al primo posto, seguita dagli USA e dai Paesi Bassi. Abbiamo fra le mani un brand senza uguali nel mondo, un patrimonio dalle infinite potenzialità. Come banca, UniCredit si impegna oggi, con questo nuovo programma, a sostenere gli operatori del settore affinché migliorino la propria offerta di accoglienza, con una progettualità articolata e completa che non si limita al solo sostegno finanziario. Puntiamo ad acquisire oltre 4000 nuovi clienti nel Lazio entro il 2018 e 6000 in tutto il Centro Italia”.

UniCredit 4 Tourism è la nuova iniziativa di UniCredit dedicata alle imprese che operano nel settore turistico ed è costituita da quattro pilastri.

Il primo pilastro, che si fonda sull’aspetto digitale, offre alle imprese la possibilità di conoscere in misura più approfondita il mercato e i concorrenti con l’obiettivo di gestire al meglio la propria reputazione e il proprio posizionamento. L’uso di Internet e delle nuove tecnologie ha rivoluzionato il modo di viaggiare: crescono enormemente le prenotazioni on-line delle vacanze e i social media influenzano sempre di più le decisioni di viaggio. Per questo UniCredit ha investito su Travel Appeal, una startup che fornisce uno strumento in grado di sintetizzare in un unico indicatore la reputazione dell’impresa online e social consentendo di definire una efficace strategia per migliorare la reputazione e la comunicazione delle aziende turistiche.

Il secondo pilastro della nuova offerta di UniCredit consiste nell’impegno a erogare, entro il 2018, quasi 200 milioni di euro di nuova finanza al turismo del Lazio, di cui oltre il 75% è destinato a imprese con fatturato inferiore a 5 milioni di euro, dato il carattere prevalentemente micro imprenditoriale del settore. Questo si traduce in una serie di prodotti dedicati come mutui fino a 22 anni, finanziamenti per l’efficientamento energetico, mutui stagionali (pagamento quota capitale solo nei periodi di apertura degli esercizi), il Bond Italia 4 Tourism (iniziativa della Banca che consiste in finanziamenti a medio-lungo termine garantiti direttamente dal Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese), prodotti di supporto al cash-flow aziendale. Ai prodotti tradizionalmente bancari si aggiunge un’offerta dedicata al rinnovamento delle strutture, come televisioni e palestre, con il supporto di finanziamenti a tasso agevolato.

Il terzo pilastro prevede soluzioni assicurative offerte da UniCredit in collaborazione con alcuni partner del settore.
L’ultimo pilastro dell’iniziativa consiste nel supportare l’accrescimento delle competenze finanziarie e le conoscenze di marketing e digitalizzazione degli operatori, in particolare quelli più piccoli. Per questo UniCredit organizza giornate di formazione denominate Tourism Day, che da giugno a dicembre si articoleranno in cinque tappe: Costa Smeralda, Treviso, Lecce, Catania, Firenze.

UniCredit mette a disposizione degli operatori del settore turismo, infine, le sue due società partecipate specializzate nella gestione efficiente degli acquisti (I-Faber) e nell’ottenimento di significativi risparmi energetici (Officinae Verdi).

 

Silvia Brugnara