Piemonte, passeggiando nella storia

21 maggio, 2015 nessun commento


Share

“C’era una volta un Re che amava la caccia e la montagna. Tutte le estati saliva in quota con il suo folto seguito e con il fidato ‘grand veneur’ per inseguire i branchi di stambecchi dalle corna possenti. Nei giorni in cui il sovrano percorreva i sentieri e i crinali in sella al suo cavallo, in Valle Orco la popolazione era in fibrillazione e al campo tendato dove soggiornava il re venivano organizzate feste e banchetti.”

C’era una volta… e c’è ancora!

 

 Se vi incuriosisce l’idea di conoscere la storia di Re Vittorio Emanuele II, del suo popolo, delle montagne che tanto amava e che sono diventate il primo Parco d’Italia,potete partecipare alla nuova edizione di Noasca da Re: in Valle Orco, shutterstock_153949349provincia di Torino, un’accurata ricostruzione storica e la partecipazione di gruppi abbigliati in costumi d’epoca vi catapulteranno indietro nel tempo, alla fine dell’800, e vi consentiranno di sperimentare momenti autentici di vita come la cena presso il campo tendato che veniva allestito nei pressi della casa reale di caccia: potrete gustare i rustici piatti che i cuochi di corte preparavano per il re, i battitori e la sua scorta, oppure cimentarvi in una partita al gioco della rana, molto amato dal re.

Il 18 e 19 luglio nel prendere parte all’iniziativa vivrete un weekend non di sofisticata vita nobiliare, ma di rustici svaghi del re cacciatore. Qui trovate il programma completo.

 

Se invece per voi storia è sinonimo di tradizioni, di leggende, di folklore e di antiche usanze quasi dimenticate, è immancabile l’appuntamento con Una valle fantastica, la manifestazione che si svolge ogni estate in Valle Soana, il luogo che più di ogni altro custodisce di un prezioso patrimonio di biodiversità a solo un ora e mezza di auto da Torino: scoprite le abitudini di vita di uno degli animali simbolo del mistero e della notte, recentemente tornato in Valle Soana, e i segreti delle masche, le streghe locali, che si tramandavano di madre in figlia le ricette di antiche pozioni e di filtri magici, visitate borghi silenziosi e fatevi raccontare le storie di gioia e fatica delle popolazioni che hanno vissuto qui per secoli.

Il 4-5 luglio e l’11-12 luglio la Valle fantastica vi svela tutti i suoi segreti.