A Brescia i dipinti di Venezia; tanti concerti in tutta Italia

21 gennaio, 2016 nessun commento


Share

MOSTRE

BRESCIA – Le più belle e famose vedute di Venezia, realizzate da maestri insuperati del genere quali Canaletto, Bellotto, Guardi, Caffi sono in mostra dal 23 gennaio al 12 giugno negli spazi di Palazzo Martinengo. Esposti circa cento capolavori, tesori d’arte del XVIII e XIX secolo, provenienti da prestigiose collezioni, per raccontare l’incanto della citta’ lagunare, che, piu’ di ogni altra, ha rappresentato un mito intramontabile nell’immaginario collettivo. Con il titolo ‘Lo splendore di Venezia. Canaletto, Bellotto, Guardi e i vedutisti dell’Ottocento’, l’importante rassegna attraversa duecento anni di storia della pittura e parte dalle suggestioni dell’olandese Gaspar Van Wittel, il primo tra i grandi vedutisti, ma ovviamente si sofferma sullo straordinario talento di Canaletto, in dialogo con i dipinti del padre Bernardo Canal e del nipote Bernardo Bellotto. Infine, ampio spazio viene dato alla produzione di Francesco Guardi, che ha trasformato la seducente bellezza della Venezia in un luogo vago e remoto, quasi straniante, e alla pittura ottocentesca di Ippolito Caffi, cui la rassegna bresciana dedica un’intera sezione.

BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA) – Si intitola ‘Il Magnifico Guerriero’ la mostra che ha riportato un capolavoro di Jacopo Dal Ponte detto il Bassano ai Civici Musei di Bassano del Grappa. Il celebre dipinto ‘Ritratto di un uomo in armi’ e’ stato infatti concesso in comodato gratuito ai musei cittadini dopo l’attribuzione certa all’artista avvenuta di recente. L’opera nel tempo era stata ricondotta sia al pennello di Veronese sia a quello del Pordenone, e come tale era stata presentata a diverse aste. Storici dell’arte dell’Universita’ di Verona hanno invece colto la somiglianza tra ‘il magnifico guerriero’ oggi in mostra e il personaggio ritratto in un dipinto custodito al Getty Museum, facendo pendere la bilancia della critica a favore di Jacopo Bassano. Si tratta comunque di un vero e proprio capolavoro che da oggi e’ allestito nella ‘Sala dei Bassano’ dell’istituto museale, in cui sono riuniti i piu’ importanti e splendidi ritratti (27 in tutto) realizzati nella famosa bottega di quella famiglia di pittori attiva per gran parte del ‘500.
MILANO – Gli Uffizi in versione virtuale arrivano alla Fabbrica del Vapore in una mostra allestita da domani al 10 marzo. Intitolata ‘Uffizi Virtual Experience – Da Giotto a Caravaggio’, l’esposizione virtuale interattiva dedicata alle opere del famoso museo fiorentino e’ nata per valorizzarne il patrimonio culturale e artistico in modo innovativo e coinvolgente. Un risultato raggiunto grazie a oltre 1.150 immagini digitali ad altissima risoluzione, multiproiezioni immersive e tecnologia abilitante. Sono previste tre sezioni: una appunto con le multi-proiezioni immersive, una seconda dedicata alla didattica frontale e una terza allestita con strumenti interattivi, in cui e’ possibile esplorare tutte le opere digitalizzate. Nella mostra si svolgeranno anche attività’ didattiche (lezioni di arte, lettura guidata delle opere, laboratori di gruppo e percorsi tematici) destinate alle scuole elementari, medie e superiori.

CONCERTI

Il tour de Il Volo toccherà domani il Palaflorio di Bari, sabato il Palasport Tupparello di Acireale (CT), martedì la Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO) e mercoledì il Pala Alpitour di Torino. Carmen Consoli è in cartellone venerdì al teatro degli Arcimboldi e sabato al teatro Auditorium Santa Chiara di Trento. Domani i Subsonica suonano all’Afterlife di Perugia.

Ludovico Einaudi è in concerto martedì al teatro Ponchielli di Cremona. Domani Mauro Ermano Giovanardi canta al Bravo Caffè di Bologna. I Darkness suoneranno venerdì all’Estragon di Bologna, sabato all’Orion di Ciampino e domenica all’Alcatraz di Milano. Francesca Michielin venerdì si esibisce all’Hiroshima Mon Amour di Torino.

Da venerdì a domenica il Blue Note di Milano ospiterà Paolo Fresu. Gli Statuto venerdì si esibiscono all’Arci Lo-Fi di Milano e sabato al Tender Club di Firenze. Eddie Gomez, uno dei giganti del contrabbasso jazz contemporaneo, sabato suona al Jazz Club di Ferrara. Marc Ribot, grande della chitarra di confine, martedì si esibisce al teatro Sant’Andrea di Pisa.

Venerdì e sabato all’Auditorium Parco della Musica di Roma si svolgeranno le due serate della 14/a edizione del premio Fabrizio De Andrè, con la direzione artistica di Luisa Melis e di Massimo Cotto e la collaborazione di Dori Ghezzi in veste di Presidente della Giuria. Venerdì 22 gennaio si terrà la premiazione di Piero Pelù con, tra gli ospiti, la cantautrice Lucina Lanzara & SeiOttavi, le attrici Silvia D’Amico e Roberta Mattei e Vincenza Costantino che leggeranno i brani dei 12 finalisti della sezione “Poesia”. Mentre sabato sarà premiata Cristina Donà, che mercoledì canterà al teatro Francesco Stabile di Potenza. Tra gli ospiti Fausto Mesolella e Tetes de Bois.

 

ANSA