Carnevale: Val Venosta in maschera

16 febbraio, 2017 nessun commento


Share

Carnevale è un momento unico, in Italia sono molti i luoghi in cui questa “festa” colora le strade delle città e i volti dei suoi abitanti! Non tutti sanno che anche in Val Venosta ci sono molte tradizioni legate al Carnevale che vale la pena vivere.

Il 23 febbraio alle ore 14.00 a Prato allo Stelvio potrete ammirare la tradizionale “Corsa degli Zussl”, un modo per scacciare l’inverno e il freddo e risvegliare la primavera con un concerto rumoroso. Questa tradizione carnevalesca si svolge ogni anno nel giovedì grasso e ancora oggiviene rappresentata con passione. Gli Zussl sono vestiti di bianco dalla testa ai piedi e ornati con nastri colorati e fiori di cartapesta. Portano grossi campanacci, spesso di oltre 20 chili, legati intorno alla vita. Gli Zussl sono accompagnati da sei giovani travestiti da cavalli bianchi, che trascinano un vecchio aratro. Il corteo viene incitato dal carrettiere, che con abilità fa schioccare nell’aria la sua lunga frusta producendo così suoni intensi come lampi. Il carrettiere è seguito dal seminatore, che al posto del grano getta segatura in grande quantità, quindi sfilano i contadini e le contadine, i servi e le serve, e infine l’“allegra coppia di straccioni”.

Sempre a Prato allo Stelvio, dal 26 al 28 Febbraio 2017, le vie del paese saranno animate dal tradizionale Ballo delle Maschere (Maschgertanz), un’usanza unica in tutto l’arco alpino: coppie molto spavalde, con maschere carnevalesche e sfrenato buon umore, girano per il paese, passano in tutte le osterie ballando in ognuna secondo rituali ben precisi e prendendo in giro chiunque incontrano. Quando i mascherati entrano in un’osteria, il “Bajaz” (pagliaccio) apre le danze battendo con un bastone a ritmo di musica, solitamente prodotta da una fisarmonica e poi entrano in scena otto coppie in fila per due.

Sempre il 28 febbraio torna nel Comune di Lasa ritorna la tradizionale sfilata di Carnevale che si svolge ogni due anni. Scendono in piazza, rigorosamente in maschera, i commercianti e i ristoratori della Val Venosta insieme ai turisti che avranno piacere di unirsi. Una sola parola d’ordine: creatività e voglia di divertirsi! La festa inizia alle 14.00 e prosegue tutto il giorno, termina in tarda serata tra i numerosi stand e nella piazza del paese.