Holguín, una provincia sorprendente!

31 maggio, 2017 nessun commento


Share

La provincia di Holguín, che quest’anno ha ospitato l’ultima edizione di FITCuba, è formata da tredici municipi. Al terzo posto per affluenza di visitatori, la maggior parte dell’infrastruttura turistica della provincia si concentra nel capoluogo, sede anche dell’aeroporto internazionale, e sulla costa nord. Holguín è soprannominata anche la “città dei parchi” perché il piano urbanistico della città ruota intorno a un asse centrale di ben sei aree verdi. Lo snodo focale della città è la Loma de la Cruz, il punto più elevato e suo naturale belvedere, al quale si giunge salendo 458 gradini, destinazione delle tradizionali peregrinazioni durante le “Romerias” di maggio.

Il territorio è ricco di rilievi e ospita le più grandi miniere di nichel e cobalto al mondo.

Nella costa nord di Holguín si trovano spiagge come Guardalavaca, Esmeralda, Pesquero e Yuraguanal che sono circondate da alture e da una folta vegetazione. Sabbie bianche ed acque turchesi fanno da cornice perfetta ad una moderna rete alberghiera che comprende varie attrazioni turistiche: un acquario con delfinario (presso la Baia di Narajo), una marina, una base nautica e un centro internazionale per le immersioni.


Un’altra chicca da non perdere è Pinares de Mayari: impressionante per il suo paesaggio singolare, si trova a 995 m sul livello del mare, sull’altopiano di La Mensura. L’ambiente incontaminato della zona ospita infatti più di 300 specie di piante endemiche e un centinaio di differenti volatili. Vale la pena non lasciarsi sfuggire “El Guayabo”, una cascata spettacolare con un salto di circa 240 metri. Pronti a lasciarvi sorprendere da Holguín?

Antonella Andriuolo