Al cinema tra Lady Macbeth e Aspettando il re

15 giugno, 2017 nessun commento


Share

Nuovi film in uscita incentrati sulla cultura e l’inaspettato. Un week end tutto da scoprire nelle sale italiane con film come Aspettando Il Re con Tom Hanks e Una Doppia Verità con Keanu Reeves.
– LADY MACBETH di William Oldroyd con Florence Pugh, Cosmo Jarvis, Paul Hilton, Naomi Ackie, Christopher Fairbank, Golda Rosheuvel. Star del teatro londinese ma debuttante al cinema, Oldroyd firma un esordio maiuscolo che ha conquistato la critica inglese e internazionale nonostante non sia transitato da uno dei maggiori festival europei. La vicenda della giovane Katherine, data in sposa a un uomo gretto ed egoista nell’Inghilterra del secondo Ottocento, sembra all’inizio strizzare l’occhio a “L’amante di Lady Chatterley” con la relazione tra la giovane aristocratica e il suo stalliere. Ma presto vira dalle parti della tragedia elisabettiana come promette il titolo, col ritratto di una donna spietata e determinata suo malgrado che combatte per l’affermazione di se stessa e di una femminilita’ purtroppo distorta dal contesto
sociale.
– ASPETTANDO IL RE di e con Tom Hanks e con Tom Skerritt, Sarita Choudhury, Sidse Babett Knudsen, Alexander Black, Dhaffer L’Abidine, Michael Baral. Il film che non ti aspetti da una star di Hollywood che si impegna in prima persona anche da regista. Titolare di una compagnia d’affari sull’orlo della bancarotta, il cinquantenne Alan Clay affida tutte le sue chances di rimettere in piedi la societa’ alla vendita di un complesso brevetto di ologrammi al Re saudita che l’ha convocato nella sua citta’ futuribile. Ma quando l’americano vi sbarca si trova in mezzo al deserto, in una citta’ fantasma e nella vana attesa del suo autorevole possibile benefattore. In un’attesa che assomiglia a quella di Godot, Alan scopre una misura diversa della vita e si lascia guidare da due singolari compagni di strada: la bella dottoressa Zahara e il suo autista Youssef.
– UNA DOPPIA VERITA’ di Courtney Hunt con Keanu Reeves, Rene’e Zellweger, Gugu Mbatha-Raw, Gabriel Basso, Erica McDermott, James Belushi, Ritchie Montgomery, Christopher Berry, Lara Grice, Lucky Johnson. E’ il thriller della settimana che con le sue atmosfere hitchcockiane piacera’ agli amanti del genere. Il giovane Mike si ritrova incolpato di parricidio. Tutte le prove sono contro di lui, la polizia l’ha sorpreso con il coltello in mano e lui non vuole dare spiegazioni. Tocca all’avvocato d’ufficio Richard Ramsey condurre in prima persona le indagini per scagionarlo, ma deve fare i conti con l’ambigua vedova e i silenzi del suo cliente”¦
– PARIGI PUO’ ATTENDERE di Eleonor Coppola con Diane Lane, Alec Baldwin, Arnaud Viard, Ce’dric Monnet. La tipica commedia in salsa francese che ci si puo’ aspettare da una turista americana in vena di prove da regista. La bella Anne sbarca a Cannes al seguito del marito produttore che non ha tempo per lei: Accetta quindi un passaggio in macchina fino a Parigi da un associato francese del marito e grazie a costui finisce a scoprire la Francia profonda, una dimensione diversa della vita e anche la sua reale personalita’. Si vede con piacere e sembra di stare dentro la guida Michelin.
– IL CRIMINE NON VA IN PENSIONE di e con Fabio Fulco e con Stefania Sandrelli, Gianfranco D’Angelo, Maurizio Mattioli, Franco Nero, Orso Maria Guerini, Gisella Sofio, Ivano Marescotti, Rosaria D’Urso, Giacomo Piperno. La serena vita di una casa di riposo per anziani viene sconvolta dalla scoperta che una tranquilla ospite dell’istituto finisce in ospedale avendo scoperto di aver perso tutto nelle sue azzardate speculazioni illegali in borsa. Gli altri pazienti decidono pero’ di aiutarla avendo capito che l’arzilla vecchietta voleva aiutare la figlia in gravi difficolta’. E con l’aiuto di un portantino con dubbi precedenti giudiziari ma un vero cuor d’oro, progettano la rapina al Bingo piu’ vicino. La capobanda sara’ l’ottantenne Ersilia. Gli attori, tutti grandi protagonisti della scena italiana di ieri, hanno l’aria di divertirsi come a Carnevale.

Escono anche: il bel documentario francese IO DANZERO’ di Stephanie Di Giusto sulla tumultuosa vita di Loie Fuller, la storica rivale di Isadora Duncan; la commedia generazionale francese CORNICHE KENNEDY che Dominique Cabrera trasforma in un camusiano ritratto dei giovani della Costa Azzurra; il formidabile ritratto IL CHIRURGO RIBELLE che l’italo-svedese Erik Gandini dedica al chirurgo Erik Erichsen che ha lasciato tutto per andare con sua moglie a operare in Etiopia; l’action-movie americano NERVE di Henry Joost e Ariel Schulman, un inquietante ritratto della nuova frontiera dei social games con Emma Roberts e una rinata Juliette Lewis.

ANSA