Mostre del week end dal Liberty a Zaha Hadid

22 giugno, 2017 nessun commento


Share

Tra  le mostre di maggior rilievo che si aprono nel week end: a Trieste le meraviglie del Liberty fiorito a Praga e in Boemia tra il XIX e il XX secolo, a Roma l’architettura visionaria di Zaha Hadid, ricordata dal Maxxi, da lei progettato, a un anno dalla sua improvvisa scomparsa.
TRIESTE – Splendidi dipinti di Jan Preisle e Alphonse Mucha, litografie, gioielli, magnifiche ceramiche, le meraviglie del Liberty sono di scena alle Scuderie e al Castello di Miramare in una grande mostra allestita dal 23 giugno al 7 gennaio. Per la prima volta in Italia, sono esposte circa 200 opere provenienti dal Museo di arti decorative di Praga, che ha concesso in prestito anche sette metri di decorazione del padiglione della Bosnia-Erzegovina, realizzata da Mucha per l’Esposizione Universale di Parigi del 1900. Intitolata ‘Il Liberty e la rivoluzione delle arti in Europa’, l’importante rassegna presenta una selezione in grado di far rivivere le atmosfere della Belle Epoque e l’avvento del ‘modernismo’. Senza contare che il Liberty, l’ultimo degli stili universali espresso dall’occidente a cavallo tra il XIX e il XX secolo in grado di segnare con i suoi tipici elementi figurativi l’architettura, la pittura, la scultura e il mondo multiforme delle arti decorative, ebbe proprio a Praga e in Boemia uno dei suoi centri di sviluppo piu’ rilevanti e originali.
ROMA – Si intitola ‘Hollywood Icons. Fotografie dalla Fondazione John Kobal’ la grande mostra ospitata a Palazzo delle Esposizioni dal 24 giugno al 17 settembre e che rappresenta un’estesa indagine sulle grandi stelle cinematografiche dell’epoca classica hollywoodiana sottolineando l’importanza del lavoro di celebri fotografi, ideatori indiscussi delle immagini scintillanti degli stessi divi. Allestiti 161 ritratti: dalle leggende del muto come Charlie Chaplin e Mary Pickford, agli interpreti dei primi film sonori quali Marlene Dietrich, Joan Crawford, Clark Gable e Cary Grant per concludere infine con i giganti del dopoguerra come Marlon Brando, Paul Newman, Marilyn Monroe, Sophia Loren e Marcello Mastroianni.
ROMA – A Palazzo Venezia e Castel Sant’Angelo dal 24 giugno al 17 settembre si svolge un’importante rassegna dal titolo ‘Labirinti del cuore. Giorgione e le stagioni del sentimento tra Venezia e Roma’. La mostra prende le mosse da un capolavoro di Giorgione, ‘I due amici’, un doppio ritratto ormai considerato come uno dei capisaldi del maestro di Castelfranco e tra i tesori di Palazzo Venezia. Qui, nell’Appartamento Barbo si sviluppa la prima sezione, dedicata alle vicende storiche e alla straordinaria novita’ stilistica rappresentata dal dipinto, mentre a Castel Sant’Angelo, negli Appartamenti papali, va in scena il confronto con gli antichi maestri da Tiziano a Tintoretto, da Moretto a Carracci a Bronzino.
ROMA – A un anno dalla sua improvvisa scomparsa, il Maxxi ricorda lo straordinario lavoro di Zaha Hadid, l’architetto anglo-iracheno che ne ha ideato le ardite strutture, con una grande mostra allestita in quegli splendidi spazi dal 23 giugno al 14 gennaio. Considerata uno degli architetti piu’ influenti e visionari del nostro tempo, l’opera di Zaha Hadid viene indagata alla luce dei rapporti con l’Italia, dove ha realizzato numerosi progetti, tra cui il Terminal Marittimo di Salerno, il Messner Mountain Museum a Plan de Corones, City Life a Milano e naturalmente il Maxxi.

ANSA