Reggia di Caserta: arriva la mostra digitale di Klimt

8 giugno, 2017 nessun commento


Share

Arriva anche a Caserta la “Klimt Experience“, mostra digitale dedicata alla vita e alle opere del celebre artista viennese Gustav Klimt. L’evento, prodotto dal Gruppo Crossmedia e distribuito dall’azienda casertana Gest Show, sarà ospitato da domani, e fino al 31 ottobre prossimo, nella Reggia, nei Saloni liberati oltre un anno e mezzo fa dall’Aeronautica Militare e restituiti alla funzione espositiva. La mostra ha già ottenuto consensi nella sua prima fiorentina, con oltre 80mila visitatori, il 65% dei quali under 30, 45mila followers sui social media; più di 1.500.000 le interazioni generate nel web. Per accedere alla mostra è previsto un biglietto di 10 euro, gratuito però per gli under 6 mentre gli studenti pagheranno 8 euro, sei quelli dell’Università Luigi Vanvitelli.

Padre fondatore della secessione viennese, Klimt coltivò assieme ad altri artisti il mito dell’opera d’arte totale, quello di una democratizzazione del bello e della creatività. Opere come il Bacio, l’Albero della vita, oppure Giuditta, sono entrate a far parte della cultura popolare. Eppure resta ancora un artista da scoprire e soprattutto da raccontare. Questo è l’obiettivo di Klimt Experience: entusiasmare, affascinare, meravigliare, invitare ad approfondire la conoscenza dell’uomo e del maestro, la comprensione delle sue opere, la lettura stilistica attraverso la messa in scena spettacolare dei dettagli e della tecnica pittorica. Klimt Experience è in definitiva un progetto espositivo finalizzato alla divulgazione culturale, che fa proprio il concetto di edutainment, ossia la realizzazione di un genere d’intrattenimento che si avvale di linguaggi comunicativi contemporanei, rivolti soprattutto ai più giovani e alle famiglie.

Il cuore della mostra è il format immersivo realizzato da Fake Factory, che regala emozioni uniche e irripetibili , una sorta di story telling per immagini, spettacolare, coinvolgente dell’universo di Klimt, ottenuta grazie alle multiproiezioni in video mapping di centinaia di immagini digitalizzate ad alta definizione, d’inserti video in full HD ed alla colonna sonora diffusa a 360° in Dolby surround.

ANSA