Festa del cinema di Roma: gli appuntamenti da non perdere

26 ottobre, 2017 nessun commento


Share

Una notte in stile Bollywood nella Roma rinascimentale di Villa Medici, una reunion di vecchi amici per Borotalco di Carlo Verdone che compie 35 anni, l’incontro con David Lynch e con un beniamino come Fiorello, la premiere mondiale di Mazinga Z Infinity nel 45/mo anniversario del supereroe manga e quelle dei film che puntano alla statuetta come Detroit della Bigelow, Last Flag Flying di Linklater e Logan Lucky di Soderberg. Sono alcune delle cose più interessanti della Festa del cinema di Roma 12/ma edizione, dal 26 ottobre al 5 novembre 2017.

Ecco gli highlights della Festa, gli ‘imperdibili’ di quest’anno:

1) La rassegna romana anno dopo anno sta costruendo la propria identità e proprio questo è il primo motivo per frequentarla: cinema ma non solo, mostre ed eventi collaterali, party e red carpet, prime mondiali (poche) e film di cui si parla a livello internazionale, gli incontri ravvicinati con il pubblico sempre sold out e Alice nella città, un festival sempre più importante. La Festa di Roma, che vive in tanti luoghi della città con l’Auditorium Parco della Musica al centro, dall’Eur di Fendi al policlinico Gemelli, dalla periferia del teatro Tor Bella Monaca al Maxxi, avvicina il pubblico cittadino e non solo il mondo del cinema, si smarca dalle competizioni adrenaliniche tra i film (e dalle conseguenti polemiche) e attrae gli stranieri complice il Cupolone diventa festival urbano tra i più rilevanti con la caratteristica di interdisciplinarietà.

2) Nanni Moretti vuota il sacco e David Lynch racconta la sua carriera: per un festival che nel dna non ha solo l’abbuffata di cinema gli incontri ravvicinati sono il programma più atteso. Dopo la Meryl Streep regina 2016, quest’anno attesissime sono le serate con MORETTI (il 30), FIORELLO (il 28), VANESSA REDGRAVE (2/11), il divo JAKE GYLLENHAAL (29/10), per i cinefili XAVIER DOLAN (27/10) e poi ancora GIGI PROIETTIi, MICHAEL NYMAN, PHIL JACKSON, CHRISTOPH WALTZ, Chuck Palahniuk oltre al premio alla carriera LYNCH presentato da Paolo SORRENTINO (4/11). Ad Alice attesi Orlando Bloom e Dakota Fanning, quest’ultima super ospite del galà Telethon del 30.

3. Borg McEnroe: il film ha aperto a Toronto ma è atteso in sala dal 9 novembre. La Festa di Roma ci costruisce un evento con 600 persone nel tendone ‘3 e Google Cinema Hall’, una serata tennisti con green carpet, glorie dello sport e due protagonisti di allora come Panatta e Pietrangeli.

4. Bigelow-Linklater-Soderbergh: sono i tre film a livello internazionale su cui c’è già aspettativa per le statuette. Katherine Bigelow, regista premio Oscar (una categoria così esigua da ammirare come panda allo zoo) è attesa con Detroit, una storia americana di discriminazioni con i neri vecchia di 50 anni ma ancora di grande attualità. La memoria storica è anche in Last Flag Flyng di Richard Linklater con tre militari e vecchi amici che ricordano il Vietnam e la Guerra in Iraq in occasione dell’ultimo viaggio per dare sepoltura al giovane marine figlio di uno di loro. Logan Lucky, con Channing Tatum e Adam Driver, è il ritorno sul grande schermo di Soderbergh in una commedia con colpi di scena.

5. Vecchi amici si ritrovano per Borotalco: intorno all’amatissimo film di Carlo VERDONE che i cultori sanno citare a memoria scena per scena la Festa di Roma rende omaggio il 31 con Eleonora Giorgi e forse gli Stadio, in occasione della versione restaurata da Infinity per i 35 anni dalla sua uscita in sala.

6. l’anteprima della serie tv europea più ambiziosa, un kolossal ad alto budget da 40 milioni di euro che sfida i colossi americani: Babylon Berlin, 16 episodi che riporteranno lo spettatore nella Berlino degli anni ’20. Dopo la Festa di Roma la destinazione tv è Sky che l’ha coprodotta: su Atlantic dal 28 novembre.
7. Tra i titoli italiani, oltre al ritorno dei Taviani (Una questione privata dal capolavoro di Fenoglio), riflettori puntati su The Place di Paolo GENOVESE, uno dei film attesi dagli esercenti per risollevare le sorti del botteghino. Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Sabrina Ferilli, Vinicio Marchioni sono i protagonisti del nuovo film del regista di Perfetti Sconosciuti.

8. Charity, moda, arte: nella Festa di Roma che punta sulla interdisciplinarietà tanti sono gli eventi cross. Il 26 ottobre il Palazzo della Civiltà Italiana, il nuovo headquarter della Maison Fendi ospita il vernissage della mostra Fendi Studios aperta fino al 25 marzo 2018. Venerdì 27 a via Veneto sulla strada della Dolce vita al Doney l’Executive Chef James Foglieni comporrà un menù speciale per la serata omaggio ai Taviani, mentre il 30 a Villa Miani con l’organizzazione di Tiziana Rocca si svolge la decima edizione del Gala Dinner di solidarietà Telethon, presentata da Francesco Facchinetti, special guest Placido Domingo Jr. e Violante Placido. Il 31 ottobre Dakota Fanning è attesa alla serata Tiffany al Sina Bernini Bristol. Il 1 novembre, stessa terrazza su Roma per la serata Doppia Difesa con Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno con Ambra Angiolini e Alessio Boni protagonisti del corto. Venerdì 3 novembre a Cinecittà, con la scenografia della serata curata dal premio Oscar Dante Ferretti, il Charity Dinner ideato da Désirée Colapietro Petrini, quest’anno al fianco di #EVERYCHILDISMYCHILD, collettivo di artisti presieduto da Anna Foglietta. La sera del 4 novembre,Vanity Fair celebra davanti 130 ospiti alla Accademia di Francia, David Lynch a Roma, con un Gala Dinner a cura dello Chef Riccardo Di Giacinto, mentre Fabio Canino presenta la stessa sera al Sina Bernini Bristol l’asta organizzata da Medstore per costruire un centro polifunzionale nelle Marche post terremoto con oggetti donati da premi Oscar americani, e bottiglie di vino firmate da talent italiani. Sulla terrazza del Bernini anche la cena di chiusura del festival con Paolo Genovese e gli attori di The Place.

Alessandra Magliaro, ANSA