Un importante riconoscimento per la gastronomia di Phuket

14 gennaio, 2016 nessun commento


Share

Phuket, l’isola più grande della Thailandia, è famosa nel mondo per le sue spiagge, le immersioni, gli sport acquatici e altre attività legate al mare. Negli ultimi anni, l’isola ha visto la nascita e lo sviluppo di una varietà di prodotti spettacolari, soprattutto Spa, terme, cliniche, ristoranti, boutique hotel e attrazioni adatte a soddisfare le esigenze di diversi target di viaggiatori. Ebbene, Phuket, conosciuta in tutto il cibo thailandiamondo per le sue località balneari, ha guadagnato un nuovo importante riconoscimento: stavolta per la sua cucina. Seconda destinazione più importante della Thailandia dopo Bangkok, la Perla delle Andamane è una delle 47 località scelte nei 33 paesi nuovi membri dell’UNESCO Creative Cities Network. Le località sono state suddivise in sette campi creativi (artigianato e arte popolare, design, cinema, gastronomia, letteratura, media, arte e musica). Forti collegamenti con compagnie aeree ora offrono l’accesso diretto non solo da molte parti dell’Asia, ma anche dagli altri continenti. Nel 2014, gli arrivi dei visitatori a Phuket sono stati pari a 11.958.603, (thailandesi 3.499.187, stranieri 8.459.416).

Yuthasak Supasorn, Governatore di Tourism Authority of Thailand ha dichiarato: “Phuket non è più solo un resort sulla spiaggia. Si è trasformata in una meta turistica completa con tante attrazioni culturali, oltre ad essere uno dei più importanti centri congressuali della Thailandia. Essere riconosciuta dalla più importante organizzazione culturale delle Nazioni Unite per la sua creatività culinaria è un ulteriore valore aggiunto”. Ed ancora “La promozione della cucina thailandese è una delle più alte priorità di TAT in quanto parte fondamentale dell’esperienza di viaggio”.

shutterstock_121730209

Ed infatti, l’isola non ospita soltanto le destinazioni balneari più famose del Paese ma anche altri tesori nascosti della sua tradizione culinaria. Gli ingredienti locali giocano un ruolo importante come aromi distintivi della cucina meridionale. Data l’abbondanza di pesce, frutti di mare e crostacei, questi sono diventati i protagonisti della cucina locale. Aggiungendo il sapore amaro delle fave “Sator”, gli anacardi saltati con il pollo e i peperoncini secchi, si ottiene quel gusto esotico tipico di tanti piatti del Sud. Anche il cocco gioca un ruolo preminente in numerosi piatti che si possono gustare a Phuket. Gli influssi della cucina malese, indonesiana e cinese possono essere ritrovati in piatti come Kaeng Massaman (pollo leggero al curry insaporito con cardamomo), Khao Yam Nam Badu (insalata di riso con pesce), Kaeng Lueang (zuppa al curry giallo), Kaeng Tai Pla e Sa Te (spiedini di pollo o maiale con salsa piccante di arachidi).