Indocina: viaggio tra i patrimoni dell’umanità

30 settembre, 2014 nessun commento


Share

Visitare i più importanti siti Unesco attraverso tutta l’Indocina in un unico e indimenticabile viaggio? No, non è solo la fantasia di un romantico viaggiatore ma l’offerta di Kel 12, tour operator da sempre attento alla cultura, che propone 16 giorni attraverso Cambogia, Laos e Vietnam alla scoperta di tesori storici e archeologici di inestimabile valore.

Angkor Wat

Si parte da Luang Prabang in Laos, suggestiva cittadina di case basse e antichi templi buddhisti, immersa nel verde della foresta; un colpo d’occhio carico di suggestione, che è valso a Luang Prabang la nomina a Sito Patrimonio dell’Umanità Unesco. Vat Visoun, Vat Manorom, Vat Xieng Thong (il tempio della Città d’Oro) sono alcuni tra gli edifici più celebri che incontrerete in questo itinerario da sogno.

Quando si arriva nella città tempio di Angkor, in Cambogia, l’emozione è indescrivibile: centinaia di edifici ancora parzialmente immersi nella fitta vegetazione della giungla, una miriade di pinnacoli di pietra decorati riccamente con bassorilievi di danzatrici, di elefanti, di cortei sfarzosi e di grandi volti. Ogni tempio ha la sua caratteristica, che lo rende unico e speciale come il Ta Prohm, un insieme di edifici che ormai vivono in perfetta compenetrazione con la foresta: le radici degli alberi e le liane argentate si avvolgono come serpenti attorno alle pietre in un sensuale abbraccio.

Tropical river

In Vietnam, ultima tappa di questo viaggio/esperienza, visiterete Hoi An, antico centro ricco di luoghi sacri, pagode e vecchie case di ricchi mercanti, stracolme di arredi e oggetti di raffinata fattura. Questa località è celebre per il ponte coperto chiamato “ponte giapponese” grazie alla sua inconfondibile forma arcuata.

Pronti a godervi le meraviglie di Hué? Riconosciuta Patrimonio dell’Umanità Unesco per la sua ricchezza artistica, questa località offre al visitatore importanti monumenti, tra cui il Mausoleo Imperiale di Tu Duc, il più suggestivo ed armonioso del paese, la Pagoda di Tu Hieu-li, ex pagoda degli Eunuchi, la grandiosa Cittadella con la Città Proibita, voluta dagli imperatori Nguyen nel 1802 e costruita secondo i dettami della geomanzia cinese, e la Pagoda della Dama Celeste (Thien Mu), che sorge sulla sponda del Fiume dei Profumi.

Young Buddhist Monk Reading Prayer Book

Per chiudere in bellezza, impossibile non rimanere incantati dalla baia di Halong, letteralmente il “luogo dove i draghi scendono nel mare”: qui, come in un quadro di Magritte, si naviga tra centinaia di isolotti, faraglioni e scogliere bianche ricoperte di verdissima vegetazione. Una volta scesi a terra verrete incantati da piccole spiagge e numerose grotte, dove stalattiti e stalagmiti disegnano straordinarie scenografie; a pelo d’acqua, invece, i villaggi galleggianti delle popolazioni che abitano nella baia e vivono di pesca e di piccolo commercio locale: un mondo antico e ricco di fascino che difficilmente dimenticherete!

Tag:, , , ,