Viva Wyndham Resorts: Grand Bahama Island

29 aprile, 2015 nessun commento


Share

Sull’isola è stato ricreato, unico nelle Bahamas, un labirinto verde che ne richiama uno europeo del 1200. Quando nel 2008 il Garden of the Groves è stato riaperto al pubblico, si è arricchito di qualcosa di molto speciale: il Labirinto, replica di quello famoso di Chartres. Si tratta dell’unico labirinto verde nell’arcipelago delle Bahamas e vuole evocare il clima di spiritualità per il quale è nato in Francia.

Viva Windham_Fortuna Beach_aerea_bassa

 

Vale la pena raccontare in breve il retroscena del Labirinto di Nôtre Dame de Chartres. Adiacente all’omonima Cattedrale, è stato voluto dai monaci attorno al 1200 con lo scopo di indurre alla meditazione. È stato concepito seguendo il mito greco, quando Dedalo lo ideò per imprigionare il Minotauro. Chi non ricorda il filo che Arianna diede a Teseo per riuscire a districarsi e tornare sano e salvo dopo la lotta col mostro?

 

Viva Wyndham_Fortuna_Beach_spiaggia

Quasi tutti credono che sia Freeport la capitale di Grand Bahama Island. Sbagliato: è West End, villaggio costiero che ha tante storie da raccontare.

Situato sulla punta più occidentale dell’isola, West End è l’insediamento più antico. I Lucayan abitavano l’isola sin dal 500 a.C.; si estinsero nel 1520 per mano dei conquistatori europei.

Nel 1836 West End contava solo 370 abitanti; fu l’epoca del proibizionismo a dare opportunità di lavoro, quando divenne una base di smistamento per inviare alcolici negli Stati Uniti.

Dopodiché la comunità ritornò a dedicarsi alla pesca; i bonefish di questa zona sono stati ambiti anche da Hemingway, Nixon e M.L. King Jr.

West End vive di pesca e di turismo, che è rifiorito nell’ultimo decennio grazie a ingenti investimenti, in particolare in Old Bahama Bay, la bella marina che accoglie gli yachts.

Un’altra esperienza singolare da vivere a Grand Bahama Island è la creazione di una fragranza. The Perfume Factory è la replica di una mansion tipicamente bahamiana, una signorile dimora di campagna come usava nel Settecento. Con la sua architettura color malva, offre visite gratuite che conducono nei meandri della creazione delle essenze. Dopo aver svelato le dinamiche della preparazione, lo staff invita i partecipanti a miscelare le varietà, imbottigliare un esclusivo prototipo e darvi il proprio nome, a guisa di veri maestri profumieri.


Viva Wyndham_Fortuna_Beach_NEW Pool_bassa

Sull’isola la catena alberghiera Viva Wyndham Resorts è presente da molti anni. Il suo Viva Wyndham Fortuna Beach, resort all inclusive, da qualche mese ha cambiato radicalmente look. Forte di un investimento di 3 milioni di dollari, si presenta con nuove aree, nuovi arredi e un’atmosfera più raffinata.

Esternamente sono stati rifatti i vialetti e in generale il landscape design; l’architettura del paesaggio si è espressa attraverso nuovi e più colorati giardini. L’area della piscina è stata completamente rinnovata, attraverso una nuova pavimentazione e la creazione di un solarium più spazioso.

Il bar sulla spiaggia è stato ampliato con una piacevole piattaforma in legno dove indugiare a bere drink rinfrescanti godendo il mare sullo sfondo. Il bar nella lounge ora ha arredi dal gusto contemporaneo e sopra il bancone sono stati posizionati schermi flat.

Sono stati rinnovati anche la casa dello sport, la palestra, il teatro e la discoteca. La ristorazione è salita a 4 ristoranti. Le camere Vista, una delle tre tipologie di sistemazioni, sono state completamente rinnovate. Infine è stato garantito l’accesso wi-fi gratuito ovunque.

 

Quote per persona in camera doppia Flora, con trattamento all inclusive a partire da:

  • 907 Euro in maggio
  • 1.197 Euro in giugno

 

Le quote includono: volo di linea American Airlines da Milano Malpensa con scalo a Miami in classe economica; trasferimenti collettivi a Grand Bahama. 

Le quote non includono: spese ed assicurazione annullamento, medico e bagaglio “no risk” extra € 116; tasse aeroportuali a partire da € 425 (da riconfermare all’atto dell’emissione); eventuale adeguamento euro/dollaro; tutto quanto non espressamente indicato.

Quanto sopra è valido anche per partenze da altri aeroporti italiani, prevedendo un ulteriore scalo (Londra o Madrid). 

 

Per informazioni: www.vivaresorts.com