Fiji: lo shopping da non perdere

18 settembre, 2014 nessun commento


Share

Ammettiamolo: se siete arrivati alle Fiji siete già molto fortunati. Del resto ci sarà stato un motivo se anche Jim Carrey nel suo “The Truman Show” vedeva questa esotica meta come il suo, personale paradiso in terra. L’arcipelago dell’Oceania dalle mille sfumature di verdi e azzurri è una delle mete maggiormente ambite per un buen retiro o per una romantica luna di miele.

Le bellezze naturali sono sicuramente il fiore all’occhiello dell’offerta turistica di queste isole, ma città come Suva, la capitale, sanno combinare locali, ristoranti e centri commerciali con spazi verdi e ampi giardini. È facile quindi, una volta terminata la vacanza, avere il desiderio di portarsi a casa un pezzettino di questo angolo magico, acquistando qualche ricordo speciale. Noi di Islands abbiamo preparato una piccola guida per andare a colpo sicuro e rendere la vostra esperienza di shopping davvero memorabile!

sea turtle

Una tanoa è per sempre: forse avreste preferito un diamante, ma questo piccolo manufatto isolano sicuramente vi restituirà uno dei volti più autentici delle splendide Fiji. Si tratta di una ciotola in legno indispensabile per bere la kava – una bevanda dalle origini antichissime ottenuta da radici – che, secondo la leggenda, permetterebbe di comunicare con il sovrannaturale. Un ottimo aneddoto da raccontare anche tra le mura domestiche, non vi pare?

Le perle più belle. Abbiamo scherzato, perché le signore sicuramente sapranno che, se c’è qualcosa in cui le Fiji sono davvero imbattibili nel mondo è il fascino delle perle che, qui, vengono prodotte. Un viaggio da queste parti, infatti, può diventare occasione per una proposta di matrimonio con un gioiello della Jewels Fiji, catena con negozi specializzati a Suva, Port Denarau e Nadi. Perle nere, la cui perfezione sarà messa in risalto da diamanti e montature in oro bianco, saranno il gesto prezioso per una perfetta dichiarazione.

Fiji. Orange suitcase with label at airport.

Un giro al mercato. Se siete attratti dalle bontà gastronomiche visitate il Municipal Market presso il Central Business District di Suva. Qui troverete centinaia di bancarelle che vendono frutti esotici come, ad esempio, mango, ananas, papaya e banane, ma anche pesce fresco, spezie, frutti di mare e la tradizionalissima kava. Il mercato è un punto d’interesse dove è facile recarsi anche per i suoi orari di apertura: nei giorni feriali, infatti, inizia alle 5.00 del mattino e si protrae fino alle 18.00.
Si può visitare anche il sabato in cui, invece, chiude alle 13.00. Attenzione, però: se decidete di andare in questo giorno sappiate che potrebbe essere più affollato. Durante il fine settimana i contadini si spostano in città per rifornire i banchi di prodotti freschi e potrebbe esserci più confusione.

Una maschera, una tartaruga (in legno) o un telo tribale? Sicuramente, lasciando le Fiji, vi resteranno in testa le danze sinuose e la musicalità di una popolazione sempre pronta all’accoglienza e al sorriso. L’artigianato locale offre delle ottime opzioni per cercare di rievocare queste atmosfere. Venditori ambulanti e piccoli negozietti cittadini vi permetteranno di comprare delle maschere tribali davvero molto decorative. Un altro must è la tartaruga marina scolpita nel legno che evidenzia il legame strettissimo che lega i fijiani alla natura e all’habitat circostante. Infine, non potevamo non segnalarvi il vasto assortimento di stoffe che riproducono forme geometriche e immagini ispirate alla flora nei colori degli elementi naturali: terra, fuoco, acqua, aria.

Tag:, , , , , ,