La Thailandia festeggia le luci con il Loy Krathong

27 ottobre, 2015 nessun commento


Share

Celebrato a novembre in tutto il Paese, il Loy Krathong è probabilmente il più bello e incantevole Festival di Thailandia. La parola loy (o loi) significa galleggiare, mentre il krathong è una piccola zattera (o cestino), fatta tradizionalmente con foglie di banano o con la corteccia dell’albero di banane. I krathong di solito contengono una candela, incenso e fiori. Chi “mette in acqua” il krathong, spesso, aggiunge al contenuto del cestino una piccola ciocca di capelli insieme con alcune monete. Viene quindi accesa la candela e l’incenso e, prima di abbandonare il krathong all’acqua, si esprime un desiderio per cacciare via la sfortuna e favorire un nuovo inizio.

Loy Krathong

 

Origine del Loy Krathong 

L’origine esatta del Loy Krathong non è chiara, ma è credenza popolare che abbia avuto origine nella antica capitale thailandese di Sukhothai nel corso del 13° secolo. La festa ha, probabilmente, origini induiste ma nel corso della storia è stata segnata dal tipico tocco thailandese. Arrivando alla fine della stagione delle piogge, si ritiene anche che la tradizione renda omaggio alla dea dell’acqua, Mae Kongkha (Madre delle Acque) e che i krathong siano offerte a lei.

La festa si celebra in tutta la Thailandia ma è particolarmente famosa a Sukhothai, Ayutthya, Chiang Mai and Tak.

Sukhothai
Sukhothai ospita due settimane di celebrazioni con sfilate, fuochi d’artificio e concerti.

Chiang Mai

A Chiang Mai la festa si celebra prevalentemente sul fiume Ping e intorno alla città vecchia.

Bangkok
Il fiume Chao Phraya River è il luogo prediletto per i festeggiamenti con ponti ed edifici che si vestono di luci per l’occasione.

 

Per informazioni www.tatnews.orgwww.turismothailandese.it

Tag: