Nakasendo, l’antica via postale

17 febbraio, 2016 nessun commento


Share

Nakasendo era una delle 5 strade che durante il periodo EDO (1603-1868) collegavano Edo (l’odierna Tokyo) a Kyoto. L’antica via – oggi gran parte di quel percorso si svolge su strade statali – è punteggiata da 11 località di posta, che accoglievano quei viaggiatori, che per ragioni di affari e amministrazione si spostavano da una città all’altra. Lunga 500 chilometri, attraversa l’isola di Honshu, il cuore del Giappone, ma è nelle fitte aree boschive della Valle del Kiso, che esistono, attentamente restaurati, i tratti originali dell’antico percorso.

Valle del Kiso
La valle del Kiso occupa la parte sud-occidentale della prefettura di Nagano. La profonda vallata formata dalle acque tumultuose del fiume costretto a cercarsi una via tra le Alpi centrali a Oriente e quelle settentrionali a Occidente, è caratterizzata da un ambiente naturale ancora in parte originale ma anche intervallato da vestigia storiche, eredità della Nakasendo. Delle 11 località di posta, Tsumago, Magome e Narai sono oggi tra quelle meglio conservate.

shutterstock_350527382

Da Magome a Tsumago, il trekking che riporta al passato
Tortuoso e scosceso, ma assolutamente praticabile, il tratto di 7,8 chilometri che collega Magome a Tsumago è un’occasione di rilassamento in ambiente montano, oltre che di contatto  e socializzazione con i locali. La bella escursione, non solo vi regalerà l’incanto delle più grandi bellezze naturali del Paese, ma vi farà anche scoprire lo spirito attitudinale del carattere giapponese ‘facciamo insieme del nostro meglio’.  Percorrere a piedi questo itinerario è una delle esperienze più belle che si possano fare in Giappone.

shutterstock_252211507

Magome la graziosa, è situata nel Gifu-ken ed è la stazione di posta più meridionale della Valle di Kiso. I suoi edifici sono allineati lungo una ripida strada pedonale acciottolata, con un mosaico di rustiche facciate e panorami di montagna. Il percorso sale su fino al passo Magome-toge e poi scende giù verso un paio di cascate e graziosi campi coltivati. A seconda della stagione, ammirerete i monti che si rispecchiano nelle risaie allagate, ricche sfumature di verde, o i luminosi colori autunnali: un preludio perfetto alle antiche dimore di Tsumago, dove il tempo sembra essersi fermato. Zona protetta per la tutela degli edifici tradizionali, Tsumago ha l’aspetto di un museo a cielo aperto, preservato dall’invasione di strutture moderne di qualsiasi tipo. Il pregevole legno scuro che caratterizza le facciate delle case risulta particolarmente suggestivo nella luce del pr imo mattino e del crepuscolo. A ricordo dell’antica funzione e grandezza ogni anno il 23 novembre a Tsumago si tiene il Fuzoki Emaki Parade, processione che segue l’antico percorso con i personaggi in costume d’epoca.
È possibile organizzare il trasporto dei bagagli tramite un comodo servizio di spedizione da un ufficio turistico all’altro delle due località.