Bit si rinnova e apre a weeding e enogastronomia

20 giugno, 2016 nessun commento


Share

Nuove la location, le date, il logo. Aggiunti percorsi di Enogastronomia, Wedding e Digital. Si potrebbe chiamare ‘Operazione Gattopardo’, questo rinnovamento della Bit, la Borsa Internazionale del Turismo che cambia tanto, quasi tutto, per continuare a essere il faro che indica le rotte e le tendenze per i viaggi del futuro. La prossima edizione della rassegna (la prima del nuovo corso la chiamano gia’) dice addio al polo fieristico di Rho dove era stata per un decennio e torna in citta’, a Milano, con la primavera di aprile al posto delle tradizionali brume di febbraio, con una nuova immagine pubblicitaria e un nuovo logo, che però, come si conviene a chi affonda le radici nella tradizione, è la riutilizzazione di quello più vecchio e l’aggiunta della parola Milano. I fatti parlano da soli: la prossima sara’ una delle edizioni più’ innovative che Bit abbia mai preparato per operatori e viaggiatori italiani e internazionali. A cominciare da calendario e sede: dal 2 al 4 aprile tra Fieramilanocity al Portello e l’attiguo Mico, su una superficie del 50 per cento
superiore a quella utilizzata l’anno scorso.

Alle quattro aree Leisure, Luxury, MICE e Sport (quest’ultima – estesa da uno a tre giorni) si affiancheranno tre percorsi di visita dedicati ad altrettanti segmenti in forte crescita: l’Enogastronomia, eccellenza italiana per antonomasia, il Wedding, che vede il nostro Paese spiccare tra le mete più’ desiderate al mondo, e il Digital, un universo in continua evoluzione. “Con questa edizione – spiega l’ad di Fiera Milano, Corrado Peraboni – imprimiamo una decisa svolta al percorso evolutivo di Bit. Gli ultimi anni sono stati soprattutto l’occasione per ascoltare le esigenze dei mercati. Oggi questo patrimonio di informazioni si trasforma in risposte concrete ed efficaci. Abbiamo tratto il meglio da oltre trent’anni di expertise per tornare alle origini, in citta’ e al nostro ruolo di autentica Borsa cui dobbiamo il nome: pronti bita raccogliere la sfida di rappresentare in modo significativo l’Italia e il mondo
e scegliendo di focalizzarci sulla qualita’”. E opportunita’ di business mirato sara’ la parola d’ordine di tutta la manifestazione. Bit conferma infatti l’investimento sugli hosted buyer e rinnova la piattaforma proprietaria di Fiera Milano EMP uno dei motori di matching tra domanda e offerta piu’ puntuali di tutto il settore fieristico, che a Bit 2016 ha consentito di organizzare oltre 16 mila appuntamenti. A completare la parte espositiva, un ricco programma convegnistico, che l’anno prossimo sara’ ancora piu’ mirato, grazie a nuovi momenti di approfondimento di taglio pratico, e anche molte nuove iniziative, ancora top secret, per coinvolgere i viaggiatori, in particolare nell’area Sport che si confermerà sempre piu’ “da vivere”.

ANSA