Le 20 mete più economiche da visitare nel 2017

4 gennaio, 2017 nessun commento


Share

Se siete già con la valigia pronta e state sognando il prossimo viaggio, potete prendere ispirazione dalle 20 destinazioni più economiche che ci propone Skyscanner per il 2017.

Cercate il volo, l’hotel e iniziate da qui per un’infarinatura su cosa godersi in ognuno di questi paesi in Europa:

Romania

Non più meta insolita come un tempo, la Romania oggi attrae turisti da tutta Europa per via della sua natura mozzafiato, innanzitutto, che regala una gamma paesaggistica notevole e poi per la bella capitale, Bucarest, che con i suoi palazzi maestosi e le sue tante attrazioni non vi lascerà il tempo di annoiarvi. Inoltre è senz’altro più economica di altre destinazioni, il che non guasta mai. Imperdibile il tour tra i castelli della Transilvania, così come un giro in barca sul Delta del Danubio, che è Patrimonio UNESCO: qui resterete stupiti di fronte alla enorme varietà di specie animali e vegetali. Concludiamo in musica: in primavera si tiene la International Jazz Competition, che vi consigliamo di non tralasciare, e poi non dimenticate che il grandissimo compositore e violinista, George Enescu, è rumeno. Lasciatevi conquistare!

Belgio

Bruxelles è il cuore d’Europa, con il suo Parlamento Europeo, la splendida Grand Place, il Museo del Fumetto e che più ne ha più ne metta. Ma il Belgio intero è una terra magica, in cui modernità e tradizione sanno convivere in maniera invidiabile e in cui sarà bellissimo avvicinarsi a una cultura antica e affascinante. Potrete dedicarvi all’esplorazione delle mille cittadine fiabesche oppure progettare un invidiabile tour delle birre: le belghe, lo sapete, sono tra le migliori al mondo. Una volta qui è d’obbligo provare anche il cioccolato, oppure farne scorta per amici e parenti rimasti a casa. Imperdibili Bruges e Anversa. Fate buon viaggio!

Germania

Non solo Berlino, che già da sola merita tutta la vostra attenzione essendo una capitale bella e frizzante, in pieno fermento artistico e culturale. La Germania è davvero interessante e sarà una bella scoperta, per quelli che la conoscono poco: dalla Foresta Nera al fascino unico dei luoghi che affacciano sul Baltico, fino alla Baviera, coi suoi castelli straordinari, primo fra tutti quello di Neuschwanstein, e col celeberrimo Oktoberfest in autunno. Se vi appassionano i motori, il Museo della Mercedes a Stoccarda è tappa obbligata, mentre per ripassare un po’ di Storia dedicatevi alle zone appartenenti alla ex Prussia oppure fate un salto ad Aquisgrana, che riporta subito alla mente Carlo Magno: qui entrate nella ìcattedrale perché è davvero meritevole, non a caso è Patrimonio Unesco. E a proposito di siti Patrimonio dell’Umanità, la Germania ne conta ben 38 e si piazza sul podio appena dopo Italia e Spagna. Divertitevi a cercarli tutti!

Repubblica Ceca

Avete mai sentito parlare della splendida città di Kutna Hora o dell’Ossario di Sedlec, a pochissimi km da essa? O del raffinato castello di Lednice? La Repubblica Ceca è piena di meraviglie, che non si limitano alla sola Praga, che è magnifica, con la sua atmosfera indolente e zingara, sofisticata ed elegante. Fate un salto a Karlovy Vary, ad esempio, perla preziosa incastonata in un bosco, che fa delle sue terme e della sua architettura i suoi punti di forza. E ancora: Cesky Krumlov, con il suo bellissimo centro storico dichiarato Patrimonio dell’Umanità, oppure Trebic, col quartiere ebraico e la basilica gotico-romanica di San Procopio. Di motivi per partire ne avete a sufficienza: non vi resta che acquistare il biglietto.

Serbia

In posizione strategicamente di snodo, nei Balcani, la Serbia ha visto incrociarsi, sul suo territorio, diverse culture di cui resta traccia nei moltissimi siti archeologici, soprattutto romani, ma moltissime sono le testimonianze bizantine e ottomane. Belgrado, la capitale, è di certo il punto di partenza con la sua cattedrale di San Sava, la chiesa ortodossa più grande del Mondo. Ma poi esplorate i dintorni più che potete: ogni angolo riserva delle sorprese e ogni luogo vi metterà in contatto con la ricchissima cultura balcanica. Non perdetevi la fortezza di Kalemegdan, quella di Petrovaradin -sopratutto in estate, poiché al suo interno si tiene un famoso festival musicale- e quella di Golubac, romanticamente adagiata sulla riva del Danubio. E per finire, concedetevi un giro sul percorso turistico del treno Nostalgija, detto Ćira, che vi porterà nel cuore del parco naturale di Sargan-Mokra Gora.

Ungheria

Andiamo ora in esplorazione delle bellezze dell’Ungheria e della sua capitale, Budapest, splendente e regale, che non ha bisogno di presentazioni così come i suoi centri termali, sparsi su tutto il territorio nazionale. La natura qui è bella e curata e potrete divertirvi con escursioni a cavallo nelle campagne oppure nei parchi nazionali, tra cui spicca quello di Aggtelek, un sito Unesco famoso per le sue grotte carsiche visitabili. Ancora: irrinunciabile un tour al lago Balaton, chiamato anche Mare Magiaro, con i numerosi i paesini tutt’intorno, belli e turistici, lungo le sue coste. Eger e Szeged sono invece due città bellissime che vi consigliamo di visitare, piene di attrazioni e ottime per avvicinarsi alla cultura locale. Gambe in spalla, si comincia a camminare!

Francia

I profumi e i colori della lavanda in Provenza; i dolci borghi arroccati sui monti o adagiati sul mare; le città dinamiche e dalla bellezza mozzafiato; un impareggiabile patrimonio artistico e culturale, una tradizione culinaria prelibata e sempre attenta alle nuove tendenze: la Francia è tutto questo e molto di più. Le mille anime di Parigi, capitale dell’eleganza e del bien vivre; il fascino di Mont Saint-Michel e delle sue maree; la bellezza sconvolgente di Saint-Malo; il chiassoso porto di Marsiglia, con le sue voci e i suoi colori. E ancora, la Bretagna, la Normandia e la Loira: potremmo proseguire all’infinito, perché i capolavori di questa terra sono innumerevoli. Concludiamo con un consiglio: andate a vedere -e a scalare- la scenografica duna di Pilat! Ci ringrazierete, ne siamo certi!

Polonia

Anche nel 2017, la Polonia si conferma una meta ideale per trascorrere una vacanza a budget contenuto ma ricca di posti degni di nota. Sono da cartolina i villaggi che punteggiano il variegato territorio polacco, che regala al turista maestose vette imbiancate, valli incontaminate e mirabili scorci sul Baltico. Varsavia e Cracovia sono tappe imprescindibili, così come Breslavia e Danzica, che vi immergeranno nelle sfaccettature della cultura polacca, così ricca da sorprendervi. Inoltre, non perdete la miniera di sale di Wieliczka e il centro turistico montano di Zakopane. E ricordate che a Zelazowa Wola c’è la villa in cui nacque Fryderyk Chopin. E poi, poiché è bene riflettere, anche in vacanza, potreste pensare di fare una tappa ad Auschwitz. Di strada da fare ce n’è molta: si parte?

Bulgaria

Progettate ora un avventuroso road trip a tutto vantaggio del risparmio e dell’adrenalina. Siamo in Bulgaria, terra di magia e di bellezza, che dovrete percorrere in lungo e in largo: oltre alla regale Sofia, fate tappa nella vivace Plovdiv e a Veliko Tarnovo, l’antica capitale. Poi dritti a cercare i tanti paesini sognanti e luminosi, addormentati sotto le montagne silenziose, così preziose per il turismo bulgaro. Se amate l’arrampicata scegliete Cava di Prohodna, una delle destinazioni più apprezzate. Dalla montagna, passiamo al mare: lungo le coste del Mar Nero, potrete scegliere tra località più note come Varna, oppure puntare a sud, al confine con la Turchia, e fermarvi a Sozopoloppure a Ahtopol, in cui di turisti ne troverete davvero pochi e potrete godere di una natura selvaggia e di luoghi autentici, nel paesaggio e nel carattere. Noi siamo già in viaggio: ci raggiungete?

Malta

Spostiamoci poco a sud dell’Italia, in un arcipelago suggestivo, che comprende gli isolotti di Malta, Gozo e Comino. In questa terra, baciata dal sole per circa 300 giorni all’anno e con temperature sempre piuttosto piacevoli, vedrete spiagge mozzafiato e acque cristalline, ma anche siti archeologici che vi trasporteranno indietro nel tempo. La capitale, La Valletta, è nella sua interezza Patrimonio Unesco. Altre località da non lasciarsi sfuggire sono: Marsaxlokk, un coloratissimo villaggio di pescatori; la Grotta di Calipso, a Gozo, che vi farà tornare alla mente le reminiscenze scolastiche dell’epica omerica e la Laguna Blu di Comino. Questo è un posto che ha vissuto, da sempre, di incroci di culture e che, oggi, li restituisce ai turisti sotto forma di incontri, tanto nell’architettura, quanto nella gastronomia: Malta ha qualcosa dell’Africa ma anche della Gran Bretagna, ha il sapore del mare ma ricorda l’Italia interna. Il mix è vincente!

Paesi Bassi

Torniamo a nord, salpando alla volta dei Paesi Bassi. Subito nel nostro immaginario si materializzano mulini, biciclette e tulipani. Un luogo che seduce, dunque, anche per i suoi canali e le valli incantate. Amsterdam, la capitale, conquista immediatamente con le sue infinite attrazioni: qui dovrete gestire bene il vostro tempo perché le cose da fare e da vedere sono veramente tante. Altre soste da programmare sono: Rotterdam, con le avvenieristiche case cubiche di Piet Blom; Utrecht, per via della sua prestigiosa Università; Delft, con le pregiate ceramiche blu e le stradine curate al dettaglio, e Kinderdijk, in cui i mulini a vento del 1700, Patrimonio Unesco, vi incanteranno. E ancora, spiagge ventose e parchi nazionali. Insomma, avrete davvero l’imbarazzo della scelta: decidete da dove cominciare, inforcate una bici e…pedalare!

Regno Unito

La Gran Bretagna può essere anche economica, se si blocca un volo con il dovuto anticipo e se si evita di sostare troppi giorni nelle città più care. Il regno di Elisabetta è una meta gettonatissima in ogni stagione e ad ogni latitudine grazie alle sue campagne verdissime e tranquille, alle alte scogliere battute dal vento, agli antichi manieri, alle cattedrali gotiche e alle ricche dimore nobiliari. Il fascino british lo rintraccerete tanto nei piccoli villaggi quanto nelle grandi città, piene di vita e brulicanti di voci, prime fra tutte Londra, Liverpool ed Edimburgo, ma anche nelle cittadelle universitarie di Oxford e Cambridge. Imperdibili le terme romane di Bath, il sito archeologico di Stonehenge, le coste della Cornovaglia, il Parco Reale di Studley e le rovine dell’Abbazia di Fountains. E per sentirvi davvero integrati con lo spirito locale, concedetevi il rito del tèalle cinque o assaggiate uno degli ottimi whiskey scozzesi o irlandesi. Cheers!

Spagna

Ed eccoci ora nella terra della movida e della fiesta, con le sue notti energiche e le sue giornate assolate e lunghissime. Il fascino andaluso, le bellezze della Costa Brava e della Costa del Sol, i molteplici luoghi di interesse archeologico -come i resti di Tarraco, in Tarragona, o il Parco di Mérida- e naturalistico -primo fra tutti il Parco Nazionale di Doñana o la Foresta di palme di Elche-. E poi le città, una più bella dell’altra: Madrid, Barcellona, Valencia, Segovia, Siviglia, Malaga, Toledo, Granada, e mille altre. Tutte valgono una visita, così come meritano di essere vissute in prima persona alcune manifestazioni tradizionali come le parate che si organizzano per le celebrazioni religiose della Pasqua, la famosa “Semana Santa”, oppure la Tomatina, ovvero la “battaglia dei pomodori” di Buñol (Valencia). Per chi ama l’arte, oltre ai famosissimi musei di Madrid e Barcellona, tappa obbligata è il futuristico Museo Guggenheim di Bilbao, mentre meta di pellegrinaggi religiosi -ma non solo- è la splendida cittadina di Santiago de Compostela. Ce n’è davvero per tutti i gusti: divertitevi!

Norvegia

La Norvegia è meravigliosa e, se potete, dovete vederla due vole all’anno, una volta in inverno e una in estate. Perché è uno di quei posti che cambiano faccia, completamente. E dire quale sia la più bella è davvero impossibile. L’inverno vi regala le aurore boreali e distese di neve bianchissima. L’estate, invece, oltre a giornate infinite, vi concederà il provilegio di assistere al sole di mezzanotte e di vivere appieno una natura incontaminata. I fiordi ammaliano ogni viaggiatore, col loro fascino indescrivibile, quasi come un richiamo di sirene al quale non si può resistere. La capitale, Oslo, è una città moderna e al contempo molto verde, binomio incredibile tutto da assaporare. Poi esplorate assolutamente l’arcipelago delle Isole Lofoten e fate una fermata anche ad Ålesund, Tromsø, Bergen e Capo Nord. Avrete molto da girare: attrezzatevi contro il grande freddo e godetevi lo spettacolo.

Slovacchia

Una destinazione insolita ma, vi assicuriamo, bellissima. La Slovacchia si incastona tra le scenografiche montagne dell’Europa Centrale ed è una terra che sa sedurre anche il più scettico dei viaggiatori, con la sua varietà paesaggistica, le sue mille fortezze, le belle città e le tradizioni centenarie. Sosta obbligata nella capitale, Bratislava, bellissima e viva culturalmente: qui non perdete la Biennale dell’Illustrazione, per dirne una. I Parchi nazionali sono ben 9: sceglietene almeno uno e ammirate la fauna e la flora ricchissima di queste zone. Imperdibile la Grotta di ghiaccio di Dobšina, fatta di roccia e ghiaccio, all’interno del Parco Nazionale Slovensky Raj. E poi le chiese di legno dei Carpazi, che sono in tutto otto e sono Patrimonio dell’Umanità. Non dobbiamo mica aggiungere altro?

Grecia

Mediterraneo e Meltemi, a bagnare e a raffrescare le coste della bella Grecia. Bella, semplicemente. Senza giri di parole. I suoi paesaggi sono mozzafiato, le sue isole hanno un carisma unico al mondo (ma anche le sue montagne -sapevate che la Grecia è incredibilmente per l’80% montuosa?-) e il suo fascino affonda le radici in un tempo lontano, che si perde nella mitologia per quant’è antico. Atene, la capitale, è un intreccio caotico e ammaliatore di passato e futuro: ancora oggi qui si scrive la storia e non potete andar via senza essere passati di qui. E poi Salonicco, vivace città dal respiro universitario; le Cicladi, con le casette bianche a strapiombo sul mare blu; l’arcipelago del Dodecaneso, coi suoi villaggi ricchi di tradizioni; l’Isola di Creta, con i suoi siti archeologici e la stupenda spiaggia rosa di Elafonissi, e la Penisola Calcidica, in cui influssi religiosi e gastronomia ottima si fondono per una mescolanza incredibile. Il ritmo del sirtaki vi travolgerà e vi diciamo già da ora che non vorrete andar più via: poi non dite che non vi avevamo avvisati….

Danimarca

Innamorarsi della Danimarca sarà facilissimo: Copenhagen, la capitale, con le casette colorate riflesse sui canali, vi farà fare un uso smodato della vostra macchina fotografica. Per non parlare di Billund, altrimenti detta Legoland, in cui passerete ore spensierate tra i mattoncini più famosi del Mondo. Altra fermata a Odense, città natale di Hans Christian Andersen, che celebra il suo illustre cittadino, scrittore di fiabe per bambini, con un festival in cui prendono vita personaggi bizzarri e incredibili. E poi, ancora, andate a Skagen, a Ribe e a Aarhus. E come si fa a non parlare della penisola dello Jutland, a metà tra il Mar Baltico e il Mare del Nord? Qui troverete lo spettacolare Parco Nazionale di Thy e alcune delle spiagge danesi più belle, come Grenaa e Loekken. Ovunque voi siate, assaggiate le frikadeller. Come non sapete cosa sono? Provatele subito!

Lituania

Economica e bellissima, ecco un’altra destinazione da tenere in considerazione per il 2017. La Lituania, con la sua capitale, Vilnius, che è senza alcun dubbio da annoverare tra le più belle d’Europa oltre che tra le più frizzanti, vanta anche meravigliose spiagge bianche lambite dal Mar Baltico e boschi fiabeschi, tipici del centro Europa. La penisola Curlandese (chiamata anche curoniana o ancora penisola di Neringa) è stata dichiarata Patrimonio Unesco ed è sottoposta a progetti di tutela ambientale: sarà una scoperta che vi lascerà senza parole, con le sue dune di sabbia, la natura intatta e la bella cittadina portuale di Klaipeda, famosa per il festival jazz che si tiene qui ogni anno. Andateci a giugno o a luglio, perché ad agosto le temperature sono già abbastanza rigide. Che altro aggiungere? Fate buon viaggio!

Portogallo

Il Portogallo è uno dei territori più difficile da raccontare e descrivere: l’atmosfera che si respira qui è qualcosa che va vissuto, perché è magica, è ispirata. A partire dalla capitale, Lisbona, piena di vita, bellissima e arricchita da una vena di malinconia -tipica delle città di mare- che la rende irresistibile. Sulle note di un fado, godetevi le scogliere scolpite dal vento che affacciano sull’Oceano azzurrissimo. E ancora, i fari solitari e i villaggi di pescatori, le città piene d’arte e la gastronomia eccellente. Avete ragione, si sfiora la perfezione. L’Algarve è forse la regione più turistica del paese, da vedere senza ombra di dubbio. Ma spingetevi oltre le rotte più battute che comprendono anche Porto, Coimbra e Sintra, tutte stupefacenti. E forse definirle così è ancora poco. Nella Valle di Coa farete un salto indietro, niente meno che nel Paleolitico; a Viana do Castelo vi sembrerà di camminare dentro un libro di favole mentre a Óbidos avrete la sensazione di stare dentro a un dipinto che fa del bianco, del blu e del giallo le sue tinte base. Merita una deviazione anche l’isola vulcanica di Madeira, gemma preziosa in mezzo all’Oceano Atlantico. Chiudete la valigia!

Svezia

Torniamo nella Penisola Scandinava per un appassionante tour della Svezia: Stoccolma, la capitale, è una città di una bellezza eccezionale, in cui i sorrisi delle persone vi daranno la dimensione dell’alta qualità della vita. Da vedere anche la cosmopolita Malmö e l’accattivante Göteborg, porta d’accesso alle splendide regioni di Bohuslän, Dalsland e Västergötland, in cui il mare chiaro e il verde scuro dei boschi vi conquisteranno in men che non si dica. Ambientazioni da sogno a Läckö, col suo castello. Obbligatorio un passaggio a Spikens Fiskehamn, porticciolo mozzafiato, e per un tuffo nel passato, andate alla scoperta delle incisioni rupestri di Tanum. E non ripartite senza aver fatto tappa nella Lapponia svedese: incrocerete la cultura e le usanze dei Sami e ammirerete una natura che signoreggia incontrastata. Ma ora davvero basta parlare, è il momento di partire.