Turismo: a Roma dati incoraggianti

6 aprile, 2017 nessun commento


Share

E’ un trend positivo quello del turismo nella Capitale. Secondo i dati dell’Osservatorio dell’Ente Bilaterale del Turismo nel Lazio (Ebtl), arrivi presenze ed occupazione hanno tutti il segno piu’ e la speranza e’ che anche le imminenti festivita’ pasquali rafforzino l’andamento. Una conferma e’ venuta oggi anche dalla terza edizione del ‘Career Day’, dove 24 aziende quest’anno hanno raddoppiato il numero dei posti di lavoro messi in campo, ovvero 400 posizioni lavorative nel settore turistico-alberghiero. “I flussi turistici per le festivita’ di Pasqua per la Citta’ metropolitana di Roma Capitale – ha detto Giancarlo Mulas, presidente dell’Ente Bilaterale del Turismo del Lazio, non dovrebbero deludere le nostre aspettative, complice il weekend allungato da giovedi’ 13 aprile a lunedi’ di Pasquetta, ma anche le temperature quasi estive”.

Una speranza nutrita dai dati dell’Osservatorio Ebtl che evidenzia, per il primo bimestre dell’anno in corso, negli esercizi alberghieri ed extralberghieri, italiani e stranieri in aumento a Roma, rispetto allo stesso periodo del 2016, con 1.595.744 di arrivi (2,82) e 3.991.855 di presenze (2.52). I dati complessivi alberghieri ed extralberghieri sono di 1.929.764 negli arrivi (+2,77%) e 4.626.477 nelle presenze (+2,50%) sul 2016. I dati previsionali di Pasqua per Roma Capitale – viene spiegato – segnano un aumento di arrivi negli esercizi alberghieri ed extralberghieri del 2,91% (336.500) e presenze del 2,22% (876.000). Nella citta’ metropolitana di Roma capitale arrivi e presenze dovrebbero segnare rispettivamente un +3,20 (387.000) e un +2,48 (992,000). Il 2016 negli alberghi della Capitale ha segnato +2,11% degli arrivi, che salgono a 11.536.239 e +1,95% delle presenze che si attestano a 26.935.666 unita’, complessivamente tra italiani e stranieri. Crescita pero’ che – viene sottolineato – risulta rallentata rispetto agli anni precedenti, quando le percentuali viaggiavano a ritmi molto piu’ sostenuti. “Rispetto al 2013 si sono persi 3,16 punti percentuali sugli arrivi e 3,27 punti sulle presenze – afferma Mulas – Ciò nonostante, la somma dei dati alberghieri ed extralberghieri di Roma, con buona pace del Sindaco di Milano – e’ di 14.261.436 arrivi e 34.651.136 presenze”. Anche l’occupazione nel turismo a Roma registra un +1,29%.

L’occupazione stabile interessa 69.892 unita’ tra donne e uomini delle quali 18.500 negli hotel, 597 nelle Rta (Residenze turistico alberghiere, i cosiddetti residence), 7.045 nelle agenzie e 43.750 nella ristorazione; rispettivamente con variazioni percentuali a dicembre 2016, su dicembre 2015, di +0,41 negli alberghi, -2,45% nelle Rta e complementari, -3,68% nelle agenzie di viaggi, +2,58 nella ristorazione, per un totale di +1,29%. Di contro i lavoratori a tempo determinato crescono del +1,38% a dicembre 2016 passando a 6.244 da 6.159 del dicembre 2015. Pur perdurando la tendenza alla crescita dell’occupazione stabile – spiega l’Osservatorio – non si puo’ tacere la perdita dei posti di lavoro, oltre 250, conseguenti alla chiusura di alberghi prestigiosi.

ANSA