Baden-Württemberg: inizia la stagione del benessere

6 novembre, 2017 nessun commento


Share

Sarà il clima ormai invernale che invita a ripararsi al caldo, sarà quella voglia di “letargo”, ovvero di coccole e intimità… sta di fatto che questa è la stagione del wellness in Baden-Württemberg, noto in Germania anche come il paradiso delle terme. Non c’è che l’imbarazzo della scelta tra storiche fonti, stazioni climatiche e Spa.

Accanto ai prodigi di benefiche acque già note agli antichi, in questo incantevole lembo meridionale di Germania che già cura con i suoi paesaggi, ora accesi dalla tavolozza del foliage, trovate un ricco menu di ricette di benessere, che attingono alla tradizione contadina locale e si basano su prodotti naturali, a km zero.

Per un benessere a tutto tondo, da queste parti non disdegnano comunque nemmeno i dettami delle discipline orientali, né tantomeno le ultime mode in fatto di wellness. Tra i trattamenti più in voga, quelli a base d’uva -diffusi soprattutto nella Foresta Nera- che sfruttano i benefici di vinacce, vinaccioli e persino di acini surgelati per il benessere e la bellezza; i seducenti bagni nel cioccolato bianco e l’innovativo mokka-peeling, a base di chicchi di caffè.

Tra i prodigi wellness e beauty del Baden-Württemberg, anche lo straordinario latte di giumenta prodotto e lavorato da un’azienda bio certificata, pioniera in questo campo, che alleva da sempre cavalli e che si è ispirata alla tradizione asiatica, dei Mongoli della steppa in particolare, del Kumys, bevanda benefica ottenuta dalla fermentazione del latte di giumenta appunto. Ha poteri antinfiammatori e disinfettanti e fortifica il sistema immunitario.

Coccolare i sensi a Baden Baden

A proposito di uva e vino, in questa stagione regalano quel qualcosa in più alla già gettonatissima Baden Baden, rinomata località termale dalle atmosfere Belle Epoque ancora intatte, che ha l’ulteriore pregio di essere accoccolata in un territorio ammantato di vigneti. Quelli che offre in questa stagione sono scorci già di per sé terapeutici: i filari che, ormai sgravati dei pesanti grappoli, si accendono dei colori dell’autunno prima di cedere al bianco inverno, sono davvero bellissimi. Nel caso non certo raro che un vignaiolo, mentre passeggiate tra questi scenari ondulati e dorati, vi offra un bicchiere del suo novello, pensate che potrà farvi solo bene: all’umore ma anche al corpo. Se poi siete assetati anche di cultura, siete nel posto giusto: in questo periodo i musei locali ospitano mostre speciali. Come quella fotografica allestita al Museo Frieder Burda fino al 26 novembre e quella dedicata a dipinti, disegni e schizzi di Hans Thoma dal museo LA8. E poi c’è la stagione dell’Opera (la seconda in Europa per grandezza), che dal 3 al 12 novembre propone il suo Festival d’Autunno, con capolavori di Puccini. Comunque scegliate di trascorrere la vostra giornata a Baden Baden, non potete non concluderla in totale relax alle sue storiche terme –Caracalla Therme e Friedrichsbad- crogiolandovi semplicemente nelle vaporose vasche od optando per un ricco menu di massaggi di tradizione sia classica che esotica.

Lo spettacolo del foliage a Bad Mergentheim

In fatto di vigneti e di tradizioni vitivinicole, la destinazione d’eccellenza resta però sempre Bad Mergentheim, gemma lucente incastonata con il suo castello in una teoria ordinata di filari e considerata monumento verde. Passeggiare in particolare in località Markelsheim – dove nasce il Tauberschwarz, pregiato rosso dalle origini antiche prodotto esclusivamente nella Valle del Tauber- significa setacciare un paesaggio bellissimo e variopinto a caccia di osterie e locande tipiche, dove degustare ottimi vini dalle etichette pregiate. Lo spettacolo del foliage avvolge ormai tutto: dalle viti basta alzare lo sguardo a catturare le mutazioni cromatiche degli alberi, nei boschi ma anche nei parchi cittadini e in quello termale. Un tripudio mutante di colori che incanta chiunque: i trekker che esplorano i dintorni cittadini e la valle del Tauber, gli artisti locali e non che ne catturano la magia su tela (le loro opere sono esposte al Kunstforum) e persino gli ospiti delle Terme Solymar, che hanno il privilegio di ammirare il paesaggio e le sue nuance dalla sauna panoramica. E se cotanta vista, in abbinamento ai vapori benefici, non dovesse esser sufficiente, lo stabilimento termale offre infinite alternative: la vasca per la meditazione, quella con acqua al litio e magnesio, il bagno al calcio sotto un’arcata di stelle, tutte le meraviglie outdoor e indoor del parco saune, il parco acquatico per famiglie e tanto altro. Ci sono poi anche le iniziative speciali, come per esempio la “notte di luci”, da non perdere.

Tag:, , ,

Lascia un commento