Dalle Cook con amore

23 marzo, 2015 nessun commento


Share

Non si usano più, ma da queste splendide quindici isole potreste togliervi lo sfizio vintage di inviare, come si faceva una volta, qualche cartolina. Nelle isole Cook, scoperte dall’omonimo capitano James, ci proiettiamo nella cosiddetta Polinesia neozelandese. Gli sposi che solcano gli oceani per arrivare fin qui vogliono vedere con i propri occhi i bellissimi paesaggi di spiagge deserte, isole vulcaniche e barriere coralline per cui le Cook sono famose in tutto il mondo.

luna-di-miele-polinesia

Dalla principale isola di Rarotonga si può raggiungere con una certa facilità anche la rinomata laguna, di forma triangolare e dalle acque limpidissime, che si trova ad Aiutaki (a un’ora di volo), atollo conosciuto come “la piccola Bora Bora” e come “Honeymoon Island”. A lui, infatti, spetta di diritto la corona di eden tropicale per coppie esigenti. Il Pacific Resort, perfettamente integrato con l’ambiente circostante, propone agli sposi un’accommodation extralusso, con bungalow pluri-accessoriati fronte mare.

shutterstock_174716816
Fate un piccolo sforzo di immaginazione: candidi granelli, distese turchesi, pouf, cuscini, i veli di una tenda beduina mossi dalla brezza, candele e il vostro maggiordomo pronto a servirvi dei piatti superbi preparati dallo chef. Questoaccade al Pacific quando le baie diventano l’ambientazione di una “private dining experience”. Se però una parte di voi è rimasta a Rarotonga e desiderate tornarci per sensazioni estreme, provate con due delle escursioni più divertenti: il giro nella giungla a bordo di un quad o, in alternativa, il comodo safari tour, in cui guide esperte vi faranno scoprire gli angoli nascosti del territorio in sella a una jeep.