Bahamas, cinque volte sì

27 febbraio, 2018 nessun commento


Share

Primavera, tempo di lune di miele. Che ci abbiate già pensato o che – perché no? Non si sa mai – siate ancora in tempo per decidere la mèta per il viaggio speciale, ecco cinque suggerimenti preziosi: altrettante isole delle Bahamas, una destinazione da scoprire e riscoprire.

San Salvador
È un’isola bassa, dalle acque calde, con un entroterra ricco di laghi. Gli arenili di sabbia fine sono il posto ideale per rilassarsi, i più sportivi però non si allarmino: i suoi fondali sono ideali – come gli altri, forse di più – per le immersioni. Da visitare, tra le tante località, il Dixon Lighthouse, faro che ancora oggi segnala la rotta alle barche dei pescatori.

Grand Bahama
La bellezza delle spiagge e dei fondali, uniti alla facile accessibilità – a quota zero (via mare) o con le diverse opzioni di volo –  la rendono una delle destinazioni più gettonate. Nell’isola ha sede l’Unexso, rinomato centro per le immersioni, che offre varie attività tra cui nuotare con delfini e squali. Port Lucaya Marketplace, con il suo Straw Market ed i tanti bistroti isolani, è il luogo top per lo shopping o per concludere la giornata con un buon pasto.

Eleuthera
L’Ellade è lontana ma l’etimo azzeccato: Il nome di questa isola – che in greco significa “libertà” – si deve ad un gruppo di coloni inglesi che approdarono sulle sue spiagge nel lontano 1648, in fuga da una persecuzione religiosa in atto nelle Isole Bermuda. È un paradiso fatto di spiagge e fondali, campi di ananas e panorami sorprendenti. Le coste variano da litorali sabbiosi a grandi affioramenti di antiche barriere coralline.

Bimini
Capitale mondiale della pesca d’altura, Bimini è un vero spettacolo della natura. Non perdetevi Bimini road, una serie di blocchi squadrati sommersi perfettamente allineati che alcuni pensano siano i resti della mitica Atlantide. Vero o verosimile, non importa: le Bahamas suggeriscono di sognare ad occhi aperti. E la realtà supera – è il caso di dirlo, sfiorando e sfidando la retorica – l’immaginazione più fervida. Facilmente raggiungibile da Miami in navigazione, è celebre per la particolare predilezione che Hemingway nutriva per l’isola. Qui visse due anni, un periodo denso e intenso che gli (e ci) ha regalato l’ispirazione perdue romanzi d’eccezione: “Il Vecchio e Il Mare” e “Isole nella Corrente”.

Exuma
Ben 365 isole nel cuore delle Bahamas. Sabbia chiara, mare cristallino e spiagge uniche al mondo come la spiaggia del Tropico del Cancro: una volta messo piede sulla loro soffice sabbia capirete il perché! Da non perdere una visita all’Exuma Cays Land and Sea Park, un parco marino creato nel 1958 e la popolarissima Family Island Regatta. Da Nassau, via mare, si possono raggiungere le isole settentrionali di Exuma in circa un’ora di viaggio con una barca ad alta velocità.